Nuova politica regionale: forte richiesta

Berna, 19.05.2016 - La Nuova politica regionale della Confederazione è richiesta: tra il 2008 e il 2015 più di 1800 progetti economici sono stati finanziati nelle regioni destinatarie degli incentivi. A questo scopo la Confederazione ha concesso contributi a fondo perso e mutui rimborsabili per rispettivamente 250 e 320 milioni di franchi. Considerato il progressivo mutamento strutturale in corso, nel periodo 2016–2023 la richiesta di mezzi finanziari dovrebbe crescere ulteriormente.

La Nuova politica regionale (NPR) mira a rafforzare le capacità di innovazione e accrescere la creazione di valore aggiunto nelle aree comprese nel suo campo d’applicazione, allo scopo di renderle più competitive a livello nazionale e internazionale. Nel periodo 2008–2015 le misure attuate dai Cantoni concernevano principalmente due settori: la promozione dell’imprenditorialità e dell’innovazione nell’industria e nell’artigianato, e il sostegno  ai cambiamenti strutturali in atto nel settore turistico. Si tratta di rami economici di importanza centrale per le aree suddette, nelle quali agiscono come fattori di sviluppo.

Alla fine del 2015 si concluso il primo programma pluriennale di politica regionale della Confederazione, valido per il periodo 2008–2015. In questo arco di tempo sono stati finanziati più di 1800 progetti inerenti all’economia regionale in zone rurali, montane e di confine. I finanziamenti sono stati accordati sulla base di programmi quadriennali di attuazione cantonali e intercantonali. Se si considerano anche le misure di accompagnamento, nell’ambito della politica regionale la Confederazione ha versato circa 250 milioni di franchi sotto forma di contributi a fondo perso e concesso mutui rimborsabili per quasi 320 milioni. L’applicazione della NPR è compito di Confederazione e Cantoni. Questi ultimi, responsabili dell’attuazione, sono tenuti a partecipare finanziariamente alla realizzazione dei programmi in misura almeno equivalente a quella della Confederazione. A livello di investimenti, le ricadute della NPR sono considerevoli: nel caso dei progetti finanziati mediante contributi a fondo perso, per ogni franco versato dalla Confederazione, Cantoni e terzi ne investono almeno tre; nel caso dei mutui, il rapporto è addirittura di almeno 1 a 4.

Nei settori dell’industria e dell’artigianato, la Confederazione intende garantire alle piccole e medie imprese l’accesso al know-how necessario allo sviluppo di nuovi prodotti, servizi o processi. Ad esempio, la piattaforma di coaching romanda platinn, finanziata con gli strumenti della NPR, ha sostenuto la realizzazione del progetto vodese «EcoRobotix». EcoRobotix è un veicolo fuoristrada robotizzato, funzionante a energia solare, utilizzabile in agricoltura per eradicare le piante infestanti di maniera ecologica. Nella fase di sviluppo del prodotto, la neocostituita società è stata coadiuvata da un coach della Commissione per la tecnologia e l’innovazione (CTI); in quella di sviluppo della attività commerciali questo compito è stato assunto da platinn.

Nel settore del turismo, la Confederazione persegue una maggiore concorrenzialità delle località turistiche e il rafforzamento della Svizzera nel contesto internazionale. Ad esempio, nella regione del Lago di Costanza è stata finanziata la promozione transfrontaliera del turismo congressuale. Nel quadro del progetto Interreg «BodenseeMeeting», tredici strutture e organizzazioni congressuali di Germania, Austria, Liechtenstein e Svizzera si dedicano allo sviluppo del «congresso del futuro» favorendo gli scambi tra specialisti della formazione.
L’effetto economico della NPR risulta evidente, ad esempio, nel caso del Cantone di Berna: nel periodo 2012–2015 grazie alla NPR sono stati creati o mantenuti più di 1400 posti di lavoro, generando investimenti per 230 milioni di franchi.

Per il nuovo programma pluriennale 2016–2023, la Confederazione prevede di focalizzare ulteriormente i suoi sforzi sulle priorità promozionali «Industria» e «Turismo». Entrambi questi settori economici sono messi fortemente sotto pressione dalla necessità di adeguarsi alla forza del franco e alla crisi che perdura su alcuni importanti mercati di esportazione europei. La difficile situazione in cui si trova il settore turistico ha indotto il Consiglio federale ad avviare per il periodo 2016–2019 un programma di incentivazione specifico, in aggiunta agli ordinari strumenti di promozione della NPR, dotandolo di 210 milioni di franchi utilizzabili per la concessione di mutui e aiuti finanziari.

In base a questi criteri, i Cantoni hanno inoltrato i loro programmi di attuazione relativi al periodo 2016–2019. Rispetto al periodo precedente, le richieste di finanziamento avanzate dai Cantoni alla Confederazione per il periodo 2016–2019 sono ulteriormente aumentate e superano nettamente la disponibilità finanziaria di quest’ultima, a riprova dell’utilità degli strumenti di promozione della NPR.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-61757.html