Sicurezza ottimizzata negli impianti delle funivie svizzere

Berna, 13.11.2008 - Le funivie figurano tra i mezzi di trasporto più sicuri in assoluto. L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) si adopera affinché l'elevato livello di sicurezza sia garantito anche in futuro. Per migliorare la guida delle funi sui sostegni chiede pertanto ad alcune imprese di trasporto a fune di adottare misure operative precauzionali.

Dopo i due casi di fuoriuscita della fune portante-traente registrati durante la scorsa stagione invernale, l'UFT ha svolto sondaggi dettagliati in merito alla tecnica di guida delle funi sui sostegni presso tutti gli impianti dello stesso tipo di quelli in cui si sono verificati gli episodi in questione, ossia presso gli impianti delle cosiddette funivie monofune a movimento continuo entrate in funzione prima del 2000. Sulla base dell'esito dei sondaggi e tenuto conto del rapporto conclusivo del Servizio d'inchiesta sugli infortuni di ferrovie, funivie e battelli (SII) concernente l'incidente occorso sulla seggiovia Wixi – Fallboden, in qualità di autorità di vigilanza competente l'UFT ha ora emanato le relative decisioni.

I sondaggi hanno interessato circa 300 delle 650 funivie titolari di una concessione federale presenti in Svizzera. Alcune imprese hanno segnalato casi di non conformità ai requisiti tecnici per quanto concerne la profondità delle gole nei rulli, la geometria dei raccoglifune e la limitazione della libertà di rotazione dei bilancieri. Per una parte di questi casi si è già ovviato nell'ambito dei normali lavori di manutenzione. Al fine di innalzare il livello di sicurezza di alcune funivie esistenti, l'UFT esige l'applicazione di una misura tecnica supplementare, ovvero l'adozione generalizzata di una flangia esterna dei rulli sporgente. A questo proposito si tratta di un allineamento dei requisiti tecnici per i rulli alle prescrizioni europee in vigore dal 1° gennaio 2007.

Nelle decisioni emanate l'UFT chiede alle imprese interessate di sottoporgli entro la fine di aprile 2009 le misure che le stesse intendono adottare per assicurare uno stato conforme alle prescrizioni o un livello di sicurezza equivalente. L'UFT valuterà le misure proposte e stabilirà un termine per la loro attuazione.

Per garantire in ogni caso la sicurezza degli impianti in questione, si sono disposte limitazioni dell'esercizio da applicare finché non saranno decisi e, se del caso, attuati i necessari provvedimenti tecnici o operativi. I provvedimenti operativi che possono essere presi in considerazione a questo proposito sono tra gli altri: adeguare i valori limite per l'allarme vento e il segnale di avvertimento vento; adeguare le prescrizioni per il personale in caso di allarme vento e/o avvertimento vento; ridurre la velocità di marcia. L'adozione di tali misure consente di garantire un esercizio sicuro. Le imprese in questione dovranno adeguare le proprie prescrizioni d'esercizio e sottoporle all'esame dell'UFT prima dell'apertura della stagione invernale successiva.

Le imprese di trasporto a fune sono tenute per legge a garantire la sicurezza dei loro impianti e del relativo esercizio. L'UFT, in qualità di autorità di vigilanza competente, è incaricata di sorvegliare le funivie in funzione dei rischi e a disporre le misure necessarie.

Nel caso della seggiovia Fallboden, dopo l'incidente del 3 gennaio 2008 la situazione per quanto concerne la guida della fune sui sostegni è sensibilmente migliorata. L'impresa di trasporto e i servizi meteorologici si sono inoltre accordati affinché i responsabili degli impianti ricevano le previsioni dei venti per l'intera regione della Jungfrau in modo da poter reagire tempestivamente. L'UFT, dal canto suo, sta esaminando la documentazione tecnica e i lavori eseguiti in proposito. Per quanto concerne l'altro episodio di fuoriuscita della fune portante-traente, verificatosi nella regione di Gstaad nello scorso mese di febbraio, l'impianto in questione è stato sostituito con due nuovi impianti.


Nota destinata ai giornalisti: L'Ufficio federale dei trasporti (UFT), in qualità di autorità di vigilanza competente, non rilascia informazioni sulle imprese di trasporto interessate. L'adozione dei provvedimenti operativi del caso permette di garantire il livello di sicurezza richiesto per gli impianti finché non saranno attuati i necessari provvedimenti tecnici.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti UFT, Informazione 031 322 36 43


Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-22798.html