Impegno a promuovere il traffico merci su rotaia

Berna, 14.05.2001 - La Svizzera e i Paesi Bassi vogliono insieme rafforzare il ruolo della ferrovia nel trasporto merci sull'asse nord-sud in Europa. È questo l'obiettivo suggellato in un memorandum d'intesa dal presidente della Confederazione Moritz Leuenberger e dalla ministra olandese dei trasporti, della gestione delle acque e dei lavori pubblici, Tineke Netelenbos. La ministra Netelenbos si è mostrata favorevolmente impressionata dal modello svizzero di trasferimento del traffico. Entro novembre un gruppo di lavoro formato da esperti svizzeri, olandesi ed eventualmente il seguito anche tedeschi e italiani dovrà elaborare delle proposte per potenziare il trasporto internazionale delle merci su rotaia.

I Paesi Bassi mostrano grande interesse per la politica svizzera dei trasporti volta a trasferire il traffico dalla strada alla rotaia. Il traffico sempre più intenso deve essere smaltito rispettando il principio della sostenibilità: per questo i Paesi Bassi vogliono incrementare la competitività delle loro ferrovie, con la costruzione tra l'altro di una nuova linea ad alta capacità per il traffico merci su rotaia, la linea Betuwe tra Rotterdam e Zevenaar.

Firmato il memorandum

I due ministri sono convinti che una politica dei trasporti sostenibile può essere attuata in maniera efficace solo con una stretta collaborazione tra i paesi europei. In particolare, solo con un'azione congiunta può essere rafforzata la competitività delle ferrovie nel trasporto merci tra i Paesi Bassi e l'Italia attraverso la Svizzera. Questo convincimento è stato ribadito dai ministri Netelenbos e Leuenberger in un memorandum d'intesa. Un gruppo di lavoro bilaterale dovrà analizzare i punti deboli che caratterizzano oggi il trasporto ferroviario delle merci sull'asse nord-sud (attuali capacità, ritardi, difficoltà ai valichi di frontiera, diverse prescrizioni tecniche, ecc.) e proporre delle soluzioni. Per colmare le lacune della catena dei trasporti si vuole coinvolgere nel gruppo di lavoro anche le autorità responsabili di Germania e Italia. I primi risultati dovranno essere presentati già entro novembre di quest'anno.

Visita al cantiere della NFTA a Sedrun

La visita al cantiere della NFTA a Sedrun è stata l'occasione per uno scambio d'informazioni sullo stato dei progetti infrastrutturali dei due paesi. Gli esperti svizzeri hanno illustrato l'avanzamento dei lavori di costruzione delle due gallerie di base della NFTA, quella del San Gottardo e quella del Lötschberg, e le modalità di finanziamento. Particolare interesse ha suscitato la tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP), una delle fonti che alimentano il Fondo per il finanziamento dei progetti d'infrastruttura dei trasporti pubblici (FTP). La TTPCP è un elemento centrale della politica svizzera per il trasferimento del traffico ed è stata introdotta il 1° gennaio 2001, contemporaneamente all'innalzamento a 34 tonnellate del peso massimo consentito per i mezzi pesanti.

Altri elementi fondamentali della politica del trasferimento del traffico sono l'entrata in servizio dell'autostrada viaggiante attraverso il Lötschberg nel giugno 2001, la riduzione dei prezzi dei tracciati ferroviari per il traffico merci e l'aumento dei contributi all'esercizio a favore del trasporto ferroviario delle merci. Questi ultimi provvedimenti sono inclusi tra le 14 misure d'accompagnamento che vengono applicate nel quadro della legge sul trasferimento del traffico per il periodo di transizione 2001-2005 e per le quali il Parlamento ha approvato un credito di 2,85 miliardi di franchi per il periodo 2000-2010.

All'ordine del giorno figuravano anche la situazione della competitività della navigazione e questioni applicative relative all'accordo sui trasporti terrestri tra la Svizzera e l'Ue. Il presidente Leuenberger si è detto favorevole alla rapida ratifica dei sette accordi bilaterali da parte dell'Ue, affinché diventi quanto prima realtà il più facile accesso al mercato dei trasporti stradale e ferroviario convenuto nell'accordo sui trasporti terrestri.


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-2049.html