DATEC sorpreso per le previsioni di costo presentate dai costruttori della NFTA

Berna, 05.02.2004 - Con stupore il DATEC prende atto di una notizia diffusa gli scorsi giorni dalle imprese di costruzione della NFTA, secondo cui i costi del progetto saranno probabilmente più elevati del previsto. Le richieste avanzate dai responsabili sono sorprendenti sia sul piano procedurale che del contenuto. Si tratta ora di fare immediata e piena trasparenza sulla vicenda: occorre in particolare esaminare per quale motivo si è giunti all’annunciato superamento dei costi, perché l’informazione non è stata data prima e di valutare il tenore delle richieste avanzate. Le società responsabili della realizzazione della NFTA entro i termini e i costi pattuiti sono la AlpTransit Gotthard SA e la BLS AlpTransit SA.

Occorre in particolare chiarire per quale motivo le due società, in modo del tutto sorprendente, presentano previsioni di spesa più elevate del previsto, dopo che lo scorso autunno il Consiglio federale aveva sottoposto al Parlamento un credito aggiuntivo per compensare i probabili costi supplementari del progetto NFTA (credito approvato dal Consiglio degli Stati nella sessione invernale). Si tratta inoltre di valutare per quale ragione i Consigli di amministrazione delle due società non hanno informato l’Ufficio federale dei trasporti (UFT), incaricato di vigilare sul progetto, del probabile superamento del preventivo già in vista della richiesta del credito aggiuntivo.    Il DATEC chiede che siano analizzati dettagliatamente i motivi che hanno condotto all’aumento dei costi di realizzazione della NFTA. Occorrerà inoltre verificare se i meccanismi di controlling, che dovrebbero consentire il riconoscimento tempestivo dell’evoluzione finanziaria del progetto, abbiano funzionato correttamente.
Il DATEC intende fare al più presto piena trasparenza sull’accaduto. L’UFT ha già adottato prime misure volte a spiegare i fatti. Il DATEC sarà informato dei risultati degli accertamenti e si riserva l’adozione di ulteriori misure.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti UFT, Informazione e informatica, 031 322 36 43


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-14676.html