NFTA: inaugurazione ormai prossima della linea di base del Lötschberg – scavati i due terzi della galleria di base del San Gottardo

Berna, 12.04.2007 - La linea di base NFTA del Lötschberg sarà inaugurata il 15 giugno 2007. L'entrata in servizio a pieno regime avverrà con il cambio d'orario del 9 dicembre 2007. Della galleria di base del San Gottardo sono stati scavati i due terzi. Prossimamente a Erstfeld inizieranno i lavori di scavo dell'ultimo tratto.

L'ultimo rapporto dell'Ufficio federale dei trasporti (UFT) sullo stato dei lavori della NFTA, relativo al 31 dicembre 2006, dimostra che il rischio di un ritardo nell'apertura della galleria di base del Lötschberg è notevolmente calato. Il 15 giugno 2007, circa 1200 invitati, fra cui i ministri dei trasporti dei Paesi confinanti, avranno modo di assistere in compagnia del consigliere federale Moritz Leuenberger alla cerimonia d'inaugurazione della prima linea di base moderna che attraverserà le Alpi. La galleria ferroviaria, che sarà la più moderna al mondo, verrà aperta dapprima alla circolazione dei treni merci e poi, il 9 dicembre 2007, a quella dei treni passeggeri.

Permangono i rischi sull'asse del San Gottardo

Della galleria di base del San Gottardo deve essere scavato ancora un terzo, mentre i lavori in sotterraneo della galleria di base del Ceneri non sono ancora iniziati. Dunque, le incertezze e i rischi sono ancora molti.

Il rapporto n. 22 sullo stato dei lavori della NFTA rileva che sull'asse del San Gottardo sono stati scavati circa 4 chilometri di galleria nell'anno in rassegna. Una serie di problemi di natura geologica e tecnico-edilizia insorti durante i lavori di avanzamento nel lotto Bodio/Faido, e l'installazione di una linea di trasmissione della potenza di 132 chilovolt, faranno slittare l'apertura al traffico commerciale presumibilmente al 2017.

Previsione dei costi consolidata sino alla metà dell'anno

BLS AlpTransit AG annuncia una contrazione di 8 milioni di franchi dei costi sino al termine del progetto (1). Sull'asse del San Gottardo si registra invece un aumento dei costi di circa 200 milioni. L'aumento si spiega con i tempi di realizzazione più lunghi, l'impiego di elementi supplementari nella tecnica ferroviaria, le difficoltà poste dai tratti di galleria di Faido e Bodio dal punto di vista della tecnica di costruzione e gli adeguamenti nel raccordo alla tratta principale in Ticino. L'assegnazione dell'attacco intermedio della galleria di base del Ceneri ha comportato costi minori del previsto.

La stima dei costi complessivi del progetto (tenuto conto dei maggiori costi già precedentemente noti per la galleria di base del Ceneri) è stata riveduta verso l'alto a 16,9 miliardi di franchi. Il rischio potenziale per il progetto NFTA ammonta a 1,8 - 2,8 miliardi di franchi. Comprese le nuove prestazioni relative alla messa in servizio dell'asse del San Gottardo e alla corrente di trazione, i costi finali – come noto dall'autunno scorso – ammonteranno presumibilmente a 19 - 20 miliardi di franchi. L'UFT e AlpTransit Gotthard AG stanno determinando in dettaglio il fabbisogno di mezzi finanziari per la NFTA in vista del messaggio sulla Panoramica. I relativi lavori saranno portati a termine entro la metà dell'anno.

1) Prezzi 1998 (senza rincaro, imposta sul valore aggiunto e interessi)


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti UFT, Informazione e informatica, 031 322 36 43



Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-12022.html