Trasporti pubblici regionali perlopiù di buona qualità

Berna, 25.06.2018 - Nei trasporti pubblici regionali si rileva un livello di qualità globalmente elevato. Nel settore delle autolinee vengono valutate molto positivamente la gentilezza e la competenza del personale viaggiante, nelle ferrovie l'ordine e l'assenza di danni sui treni. Ricevono invece un punteggio parzialmente insufficiente la pulizia, le fermate e l'informazione alla clientela, quale ad esempio gli annunci a bordo dei veicoli. Questi i risultati del nuovo sistema di misurazione della qualità nel traffico regionale viaggiatori dell'Ufficio federale dei trasporti (UFT) che, per la prima volta, si riferiscono a un intero anno d'esercizio (2017). Le differenze fra le varie imprese sono, in parte, notevoli.

Due anni fa l'UFT ha avviato lo sviluppo di un sistema di rilevamento della qualità del traffico regionale viaggiatori (SRQ TRV CH), allo scopo di realizzare uno strumento di controllo e confronto per Confederazione e Cantoni, committenti e finanziatori dei servizi delle imprese di trasporto. I dati del 2017 che, per la prima volta, forniscono risultati riferiti a un intero anno d'esercizio, indicano che la maggior parte degli ambiti del TRV sono di buona qualità.

Vi sono tuttavia considerevoli differenze tra le diverse imprese: il 41 per cento di esse, per esempio, non adempie gli standard minimi nell'ambito «fermata» e deve pertanto aumentarne la qualità. Margini di miglioramento si riscontrano tra l'altro per il livello di pulizia delle cabine di attesa o dei contenitori per rifiuti nonché per la disponibilità dei piani delle linee. Nel settore delle autolinee si registra un 13 per cento di insufficienze, in quello ferroviario queste ammontano al 23 per cento. Del primo si critica la mancanza di annunci, all'interno del veicolo, riguardo alla fermata successiva o la pulizia dei finestrini, nel secondo la valutazione negativa è riconducibile innanzitutto all'insufficiente pulizia di servizi igienici, pavimenti e finestrini.

Le differenze di qualità non sono correlate alle dimensioni delle imprese, né presentano correlazioni significative con le regioni, eccezion fatta per la Svizzera centrale, le cui imprese di trasporto hanno ottenuto ottimi risultati in molti ambiti. 

Valori di riferimento

Il SRQ TRV è uno strumento di controllo che consente a Confederazione e Cantoni di valutare le prestazioni delle imprese di trasporto da loro incaricate. Il rilevamento della qualità, effettuato alle fermate e a bordo dei veicoli del TRV, avviene a cura di clienti civetta di un'azienda esterna sulla base di criteri prestabiliti. Nel 2017 sono stati condotti 46 941 rilevamenti in totale presso 88 imprese ferroviarie e di bus.

I valori di riferimento sono stati fissati dall'UFT, con il coinvolgimento dei Cantoni, sulla base dei valori effettivi del 2016. Se un'impresa non raggiunge tali valori ha l'obbligo di prendere misure per migliorare la situazione. La Confederazione e i Cantoni, in qualità di committenti, possono ordinare alle imprese di definire appositi provvedimenti nelle convenzioni sugli obiettivi. Se sul lungo termine non si registrano miglioramenti, è ipotizzabile una messa a concorso delle linee o combinazioni di linee interessate. È inoltre previsto il rilevamento della puntualità. Il relativo SRQ, i cui dati sono forniti direttamente dalle imprese, è ancora in fase di elaborazione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti
Servizio stampa
+41 (0)58 462 36 43
presse@bav.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-71272.html