Riunione del Comitato misto sui trasporti terrestri: dal 2012 TTPCP adeguata al rincaro e ridotta per i veicoli con filtro antiparticolato

Berna, 10.06.2011 - Il 1° gennaio 2012, la tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni (TTPCP) sarà adattata al carovita. Lo hanno stabilito venerdì a Bruxelles le delegazioni del Comitato misto Svizzera-UE sui trasporti terrestri, dopo aver preso atto che negli ultimi due anni l’inflazione è cresciuta in media dello 0,97 per cento. Nella 19a riunione del Comitato si è deciso inoltre di ridurre del 10 per cento, sempre dal 1° gennaio 2012, la TTPCP per i veicoli EURO II e III dotati di filtro antiparticolato.

La decisione di principio relativa all’adeguamento della TTPCP al rincaro è stata presa dal Consiglio federale nel giugno 2010. Si tratta del primo provvedimento di questo tipo dopo l’entrata in vigore dell’accordo sui trasporti terrestri tra la Svizzera e l’UE, avvenuta il 1° giugno 2002.

L’adattamento avviene in virtù dell’articolo 42 dell’accordo; il tasso d’inflazione dello 0,97 per cento è dato dall’andamento dell’indice mensile dei prezzi al consumo in Svizzera tra aprile 2009 e marzo 2011. Per un camion di 40 tonnellate che compie un tragitto di riferimento di 300 chilometri risulterà un aumento massimo di 3 franchi delle tariffe.

L’adeguamento implica le seguenti nuove tariffe (tra parentesi figurano le tariffe vigenti):

  • categoria tariffaria 1 / veicoli delle classi d’emissione EURO 0, I, II:
    3,10 (3,07) centesimi per tonnellata e chilometro, pari a 372 (369) franchi per 300 chilometri e 40 tonnellate;
  • categoria tariffaria 2 / veicoli delle classi d’emissione EURO III:
    2,69 (2,66) centesimi per tonnellata e chilometro, pari a 322,80 (320) franchi per 300 chilometri e 40 tonnellate;
  • categoria tariffaria 3 / veicoli delle classi d’emissione EURO IV, V, VI:
    2,28 (2,26) centesimi per tonnellata e chilometro, pari a 273,60 (272) franchi per 300 chilometri e 40 tonnellate.

Le delegazioni hanno inoltre adottato una decisione del Comitato relativa alle condizioni che i detentori di veicoli EURO II e III dotati di filtro antiparticolato devono soddisfare per ottenere la riduzione del 10 per cento sulla TTPCP. Per poterne beneficiare è necessario disporre di una licenza di circolazione dalla quale risulti che il veicolo è stato equipaggiato con un filtro che garantisce il rispetto del valore limite di emissione stabilito per i veicoli EURO IV. Per i veicoli immatricolati in Svizzera, le procedure da seguire per l’equipaggiamento con filtro antiparticolato sono illustrate nella scheda informativa dell’USTRA "Aide-mémoire concernant le montage subséquent de filtres à particules"
(http://www.astra.admin.ch/dienstleistungen/00125/00547/index.html?lang=fr).

La riduzione del 10 per cento implica le seguenti nuove tariffe (tra parentesi figurano le tariffe non ridotte applicate dal gennaio 2012):

  • categoria tariffaria 1 / EURO II con filtro antiparticolato:
    2,79 (3,10) centesimi per tonnellata e chilometro;
  • categoria tariffaria 2 / EURO III con filtro antiparticolato:
    2,42 (2,69) centesimi per tonnellata e chilometro.

Anche questa misura, che fa parte del piano d’azione deciso dal Consiglio federale per ridurre l’inquinamento da polveri fini, entrerà in vigore il 1° gennaio 2012.

La riunione ha consentito inoltre uno scambio d’informazioni sui lavori di ristrutturazione della tratta ferroviaria del Brennero previsti nell’estate 2012 e sulle procedure doganali applicabili ai trasporti internazionali ferroviari che attraversano la Svizzera. La delegazione svizzera ha informato altresì i rappresentanti dell’UE sulle difficoltà relative alle tratte d’accesso a nord e a sud della nuova ferrovia transalpina (NFTA).

La riunione si è svolta sotto la presidenza del Direttore per i trasporti terrestri alla Commissione europea Enrico Grillo Pasquarelli. La delegazione svizzera era guidata dal Direttore dell’Ufficio federale dei trasporti (UFT) Peter Füglistaler. La prossima riunione del Comitato è prevista nel mese di dicembre 2011 a Bruxelles.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti UFT, Informazione 031 322 36 43, presse@bav.admin.ch

Missione svizzera presso l’UE, Daniel Klingele, tel. +32 2 28 61 329


Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-39563.html