Droni e aeromodelli: modifica d’ordinanza

Berna, 10.07.2014 - D’ora in poi l’esercizio di droni e aeromodelli che volano in un raggio fino a 100m attorno a un assembramento di persone sarà soggetto a un’autorizzazione dell’Ufficio federale dell’aviazione civile (UFAC). Il Diparti-mento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC) ha approvato la relativa modifica dell’ordinanza sulle categorie speciali di aeromobili. La modifica entrerà in vigore il 1° agosto 2014.

Senza l'autorizzazione dell'UFAC in futuro sarà vietato utilizzare aeromodelli o droni di peso compreso tra  500g e 30 kg in un raggio fino a 100m attorno ad assembramenti di persone all'aria aperta. A partire dal 1° agosto p.v. le relative domande di autorizzazione dovranno essere sottoposte all'UFAC.

L'autorizzazione sarà rilasciata se sono adottate tutte le misure intese a evitare che siano messi in pericolo terzi in caso di avaria dell'aeromobile, della stazione al suolo o della trasmissione di dati. L'UFAC verificherà la validità delle misure adottate a titolo preventivo e l'affidabilità dei sistemi sulla base delle norme attualmente in vigore in campo aeronautico.

Lo scopo della modifica d'ordinanza è dare una risposta alle preoccupazioni della popolazione a fronte della crescita del numero di droni presenti nel cielo svizzero. A questo riguardo, si ricorda che l'impiego di aeromodelli o droni di peso superiore a 30kg, o pilotati senza contatto visivo diretto con l'aeromobile, è già soggetto a un'autorizzazione speciale rilasciata dall'UFAC.


Indirizzo cui rivolgere domande

Per gli operatori dei media:
Comunicazione UFAC
Telefono:



Pubblicato da

Ufficio federale dell'aviazione civile
http://www.bazl.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-53746.html