Modifica dell'ordinanza che istituisce provvedimenti nei confronti di Al-Qaïda e dei Taliban

Berna, 18.10.2007 - Il 16 ottobre 2007, il Dipartimento federale dell'economia ha modificato l'allegato 2 dell'Ordinanza che istituisce provvedimenti nei confronti delle persone e delle organizzazioni legate a Osama bin Laden, al gruppo «Al-Qaïda» o ai Taliban. Queste modifiche, che riflettono diverse decisioni analoghe prese dall'ONU, entrano in vigore il 18 ottobre 2007.

Con la presente modifica dell'allegato 2, il nome di una persona fisica è stato aggiunto nella lista A (elenco di persone fisiche appartenenti o associate ai Taliban), mentre un nome è stato stralciato dalla lista C (elenco di persone fisiche appartenenti o associate all'organizzazione «Al-Qaïda»). Inoltre, numerose iscrizioni preesistenti sono state precisate con l'aggiunta del nome in caratteri arabi e con nuove informazioni relative all'identità.

L'allegato 2 contiene i nomi delle persone e degli enti soggetti all'embargo sugli armamenti, al divieto di entrata in Svizzera e di transito sul territorio nazionale, nonché a sanzioni finanziarie. Le persone e le istituzioni che detengono o amministrano averi presumibilmente soggetti a sanzioni finanziarie, o che ne sono a conoscenza, devono dichiararli senza indugio al Segretariato di Stato dell'economia (SECO).

Attualmente, 48 conti per un ammontare totale di circa 25,5 milioni di franchi svizzeri sono bloccati sulla base delle sanzioni finanziarie.  

I testi delle ordinanze e degli allegati summenzionati sono disponibili sul sito Internet del SECO  (www.seco.admin.ch > Temi > Politica economica esterna > Sanzioni / Embarghi > Sanzioni della Svizzera).


Indirizzo cui rivolgere domande

Roland E. Vock, SECO, Task Force Sanzioni, Tel. +41 (31) 324 07 61



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-15203.html