Definito l’indirizzo per la collaborazione nell’ambito del Governo elettronico dal 2016

Berna, 08.12.2014 - A complemento degli esistenti documenti di base, in occasione della sua seduta del 4 dicembre 2014 il Comitato direttivo del Governo elettronico in Svizzera ha affidato il mandato di allestire una pianificazione delle priorità per il Governo elettronico in Svizzera a partire dal 2016. Con il seguente principio ha approvato l’obiettivo sovraordinato della futura collaborazione in questo ambito tra Confederazione, Cantoni e Comuni: «Il Governo elettronico è qualcosa di naturale: prestazioni fornite dalle autorità alla popolazione, all’economia e all’Amministrazione in modo rapido, trasparente ed economico». Ha inoltre inserito nel catalogo dei progetti prioritari il progetto «B1.16 Gestione delle conoscenze di Governo elettronico in ambito giuridico» è lo ha ripreso in pari tempo nel piano d’azione 2015.

Dal 2007 la Confederazione, i Cantoni e i Comuni portano avanti il progetto di Governo elettronico in Svizzera secondo la strategia comune di Governo elettronico. La collaborazione si basa su una convenzione quadro di diritto pubblico valida fino alla fine del 2015. Partendo da questo presupposto, nell'autunno del 2013 il Comitato direttivo del Governo elettronico in Svizzera ha incaricato la Segreteria del Governo elettronico di sviluppare ulteriormente le basi per la collaborazione nell'ambito del Governo elettronico dal 2016. Un gruppo di lavoro costituito da esperti in materia di Governo elettronico di tutti i livelli statali supporta la Segreteria nei progetti in corso in qualità di squadra ampliata per il progetto.

Concentrare gli sforzi di Governo elettronico

Per il Comitato direttivo del Governo elettronico in Svizzera è importante che in futuro si concentrino maggiormente gli sforzi nell'ambito del Governo elettronico e che venga data una priorità più mirata ai progetti da realizzare. Il Comitato attuerà pertanto la strategia di Governo elettronico e vi baserà la convenzione quadro tra la Confederazione e i Cantoni. Inoltre deve essere predisposto un programma delle priorità in cui sono elencati i progetti strategici e le prestazioni strategiche con le relative misure e i finanziamenti. I documenti di base che devono essere predisposti dalla Segreteria del Governo elettronico in Svizzera e dal gruppo di lavoro interfederale devono essere strumenti per attuare congiuntamente in maniera ancora più efficiente e più efficace il Governo elettronico a tutti i livelli federali. Questi documenti saranno presentati per consultazione a Confederazione, Cantoni, Comuni e Servizi interessati nella primavera del 2015.

Il Governo elettronico deve diventare una consuetudine

In occasione della seduta il Comitato direttivo ha stabilito gli obiettivi sovraordinati che la Confederazione, i Cantoni e i Comuni devono perseguire congiuntamente nell'ambito del Governo elettronico. I membri del Comitato direttivo hanno sottolineato la necessità di sviluppare e ottimizzare ulteriormente l'Amministrazione mediante il Governo elettronico in base alle esigenze degli utenti. L'offerta e l'utilizzo di servizi online in futuro dovranno rientrare nella quotidianità sia per l'Amministrazione che per l'economia e la popolazione e dovranno far parte della loro vita. Il fine che deve essere ancorato nella Strategia di Governo elettronico 2016 è quindi «il Governo elettronico è qualcosa di naturale: prestazioni elettroniche fornite dalle autorità alla popolazione, all'economia e all'Amministrazione in modo rapido, trasparente ed economico».

Introduzione del progetto «Gestione delle conoscenze di Governo elettronico in ambito giuridico» nel catalogo dei progetti prioritari

Per attuare con successo il progetto di Governo elettronico sono essenziali basi giuridiche adeguate o la loro modifica e quindi una legittimazione democratica. In occasione della seduta del 4 dicembre il Comitato direttivo ha sottolineato l'importanza delle basi giuridiche nel Governo elettronico inserendo il progetto «B1.16 Gestione delle conoscenze di Governo elettronico in ambito giuridico» nel catalogo dei progetti prioritari. Questo progetto mira ad attuare una serie di misure per trasferire le conoscenze di Governo elettronico in ambito giuridico. L'Organo direzione informatica della Confederazione (ODIC) ne assume la direzione e incarica l'associazione eJustice di attuare le prime misure. Il Comitato direttivo ha inserito il progetto nel piano d'azione 2015, ciò che permette di sostenere finanziariamente la gestione e lo sviluppo della piattaforma delle conoscenze del Governo elettronico e del diritto nonché l'offerta di una prestazione giuridica di base per i progetti di Governo elettronico.


Indirizzo cui rivolgere domande

Stephan Röthlisberger, Segreteria del Governo elettronico in Svizzera
tel. 058 464 79 21, stephan.roethlisberger@isb.admin.ch


Pubblicato da

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-55576.html