Promozione dell’infanzia e della gioventù da parte della Confederazione: bilancio intermedio positivo

Berna, 08.03.2019 - La legge sulla promozione delle attività giovanili extrascolastiche consente alla Confederazione di promuovere in modo mirato le attività extrascolastiche di bambini e giovani. Da una prima valutazione, svolta a cinque anni dalla sua entrata in vigore, emerge un quadro positivo circa l’attuazione e l’efficacia della legge. Nella sua seduta dell’8 marzo 2019, il Consiglio federale ha preso atto della valutazione e ha approvato le proposte di miglioramento formulate dall’Ufficio federale delle assicurazioni sociali.

Gli attori della politica dell’infanzia e della gioventù sono soddisfatti della legge sulla promozione delle attività giovanili extrascolastiche (LPAG) e della sua attuazione: è quanto emerge dalla valutazione esterna svolta sulla legge. In qualità di servizio specializzato della Confederazione per la politica dell’infanzia e della gioventù, l’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) ha negli ultimi anni impostato e rafforzato il dialogo tra i servizi federali nonché intensificato lo scambio di informazioni e di esperienze tra Confederazione e Cantoni. Inoltre, è stato possibile creare nuove offerte nell’ambito delle attività giovanili extrascolastiche e sviluppare quelle esistenti. Vi è domanda per tutti i tipi di aiuti finanziari, per la gestione delle strutture e per le attività regolari di organizzazioni giovanili, per progetti innovativi che fungono da modello o favoriscono la partecipazione (politica) nonché per la formazione e la formazione continua di giovani che operano a titolo volontario. Dal 2016 il credito annuo di circa 10,3 milioni di franchi viene sfruttato completamente. Inoltre, si registra una domanda notevole per il finanziamento iniziale, di durata limitata alla fine del 2022, destinato ai programmi cantonali volti a fondare e sviluppare la politica dell’infanzia e della gioventù: nel 2017 già la metà dei Cantoni aveva ricevuto aiuti finanziari per un programma in questo ambito e sviluppato la propria politica in materia.

Potenziale di ottimizzazione per l’attuazione della legge

Nonostante il bilancio positivo, si possono apportare miglioramenti nell’ambito dell’attuazione della legge. Sulla base delle raccomandazioni formulate nella valutazione, l’UFAS ha definito varie misure da attuare nei prossimi anni. Esso intende, ad esempio, ridurre ulteriormente l’onere necessario per l’inoltro delle richieste di aiuti finanziari, migliorare la comunicazione relativa alla decisione in caso di rifiuto di una richiesta e rilevare sistematicamente il gruppo di destinatari raggiunto. Inoltre, l’UFAS continuerà a promuovere lo sviluppo delle attività giovanili extrascolastiche rafforzando lo scambio di informazioni e di esperienze tra gli attori della politica dell’infanzia e della gioventù e il coordinamento a livello federale.

Con la LPAG, entrata in vigore il 1° gennaio 2013, la Confederazione intende contribuire a favorire il benessere psicofisico dei bambini e dei giovani, aiutarli a divenire persone capaci di assumersi le proprie responsabilità a livello personale e sociale nonché promuovere la loro integrazione a livello sociale, culturale e politico.


Indirizzo cui rivolgere domande

Sabine Scheiben
co-responsabile del Settore Questioni dell’infanzia e della gioventù
Ufficio federale delle assicurazioni sociali

tel. +41 58 462 91 17
sabine.scheiben@bsv.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
http://www.ufas.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-74244.html