EuroAirport: i presidenti Schneider-Ammann e Hollande concordano una dichiarazione congiunta

Berna, 23.01.2016 - Sabato il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha partecipato all’inaugurazione dell’ampliamento del Museo Unterlinden a Colmar, in Alsazia. I lavori di ampliamento sono stati progettati dallo studio di architettura basilese Herzog & de Meuron. In questa occasione il presidente della Confederazione ha incontrato il presidente francese François Hollande. I due presidenti hanno concordato una dichiarazione congiunta sull’EuroAirport di Basilea-Mulhouse che pone le basi per una soluzione definitiva delle questioni fiscali nel quadro di un accordo internazionale. In agenda figuravano inoltre le relazioni bilaterali tra la Svizzera e l'Unione europea (UE), questioni bilaterali e temi di politica internazionale.

Il presidente della Confederazione ha sottolineato che si tratta di riprendere e consolidare la via bilaterale e ha dichiarato che la Svizzera deve trovare una soluzione con Bruxelles concernente l'Accordo sulla libera circolazione delle persone che rispetti le nuove disposizioni costituzionali sull'immigrazione. È nell'interesse della Svizzera e dell'UE.

Il presidente Hollande e il presidente della Confederazione Schneider-Ammann hanno discusso della proposta formulata dal Consiglio federale di stabilire, d'intesa con l'Unione europea, una clausola di salvaguardia accettabile per entrambe le parti nel quadro dell'Accordo sulla libera circolazione delle persone.

Gli altri argomenti di discussione sono stati la politica migratoria europea, la prevenzione del terrorismo, la situazione in Siria e la collaborazione tra la Svizzera e la Francia nel settore economico e in materia di formazione, ricerca e innovazione. Sabato sono state inoltre discusse soluzioni riguardo alle questioni fiscali pendenti relative all'aeroporto di Basilea-Mulhouse.

Con 220 000 visitatori all'anno, il Museo Unterlinden di Colmar è uno dei musei d'arte francesi più frequentati al di fuori di Parigi; l'opera esposta più conosciuta è l'altare di Isenheim (1512-1516) di Matthias Grünewald. I lavori di ampliamento del Museo hanno permesso di raddoppiare la superficie espositiva.


Indirizzo cui rivolgere domande

Erik Reumann, Servizio d‘informazione DEFR
079 303 81 53, erik.reumann@gs-wbf.admin.ch

Eltschinger Pierre-Alain
Portavoce DFAE
079 517 79 82



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Dipartimento federale degli affari esteri
http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/recent/media.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-60420.html