Strategia della Svizzera per la lotta al terrorismo

Berna, 18.09.2015 - Nella sua seduta odierna il Consiglio federale ha approvato la Strategia della Svizzera per la lotta al terrorismo elaborata sotto la direzione del Comitato ristretto Sicurezza della Confederazione. Tale documento elenca le attività e i processi consolidati a livello di Confederazione e Cantoni creando una base comune per la lotta al terrorismo. L’obiettivo è di proteggere nel miglior modo possibile la Svizzera e i suoi interessi dal terrorismo.

Il terrorismo costituisce una minaccia per la pace mondiale e la sicurezza internazionale e, di conseguenza, anche per la libertà e la sicurezza interna ed esterna della Svizzera. Pertanto, da anni, nel quadro di un coordinamento con i suoi partner di sicurezza nazionali ed esteri, la Svizzera combatte il terrorismo con tutti i mezzi a sua disposizione e tutte le possibilità offerte dallo Stato di diritto, nel rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali.

La lotta al terrorismo è un compito congiunto di Confederazione, Cantoni e Comuni. Questa Strategia crea una base comune per tutti i partner di sicurezza coinvolti. Essa si fonda su un concetto direttivo che mira a combattere efficacemente il terrorismo e il suo finanziamento. Questa lotta deve avvenire nel quadro della Costituzione e del diritto internazionale pubblico, tenendo particolarmente conto dei diritti fondamentali e dei diritti umani. In tale contesto occorre preservare l’equilibrio tra libertà e sicurezza e in caso di dubbio la libertà deve prevalere. A livello internazionale la Svizzera deve essere considerata un partner affidabile e avveduto, che rispetta gli obblighi assunti nell’ambito del diritto internazionale.

La lotta al terrorismo è condotta nei quattro campi d’azione seguenti: prevenzione, repressione, protezione e preparazione in vista di situazioni di crisi. I primi tre sono volti a impedire che siano commessi attentati terroristici in Svizzera e che il nostro territorio venga utilizzato per esportare o sostenere il terrorismo. Tuttavia, poiché non è possibile escludere attentati terroristici anche in Svizzera, con la preparazione in vista di situazioni di crisi si intende rafforzare la sua resilienza per garantire che in caso di attentato terroristico il nostro Paese sia in grado di fronteggiarlo.

La Strategia della Svizzera per la lotta al terrorismo è anche un concetto direttivo della task force Tetra che, in autunno, presenterà il suo secondo rapporto. Una quota rilevante delle misure descritte in questa strategia è già stata attuata, la maggior parte delle misure restanti è in fase di realizzazione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Renato Kalbermatten
Portavoce del DDPS
058 464 88 75



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-58807.html