La Confederazione e le aziende svizzere vogliono ridurre lo zucchero negli alimenti

Milano, 04.08.2015 - Oggi al Padiglione svizzero dell’Expo di Milano, il consigliere federale Alain Berset e i produttori e i distributori svizzeri di derrate alimentari hanno firmato un memorandum d’intesa il cui obiettivo è ridurre, nel corso dei prossimi quattro anni, il tenore di zucchero negli yogurt e nei cereali per la prima colazione.

Il memorandum d'intesa è stato firmato durante la visita del consigliere federale Alain Berset all'Expo di Milano dal Dipartimento federale dell'interno e da dieci aziende, più precisamente dai rappresentanti di bio-familia AG, Bossy Céréales SA, Coop Società Cooperativa, Cremo SA, Gruppo Emmi, Federazione delle cooperative Migros, Molkerei Lanz AG, Nestlé Suisse S.A., Schweizerische Schälmühle E. Zwicky AG e Wander AG. Presente anche un rappresentante della Federazione delle industrie alimentari svizzere. I rappresentanti del mercato si dichiarano disposti a verificare le composizioni di yogurt e cereali per la prima colazione e di fissare valori di riferimento per la riduzione degli zuccheri in collaborazione con l'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV).

Il memorandum costituisce la base per elaborare promesse d'azione volontarie nel quadro di actionsanté, un'iniziativa dell'USAV e dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) per sostenere le aziende che si impegnano a favore di uno stile di vita sano. Le promesse d'azione dettagliate saranno concretizzate in seguito tra l'industria alimentare e il commercio al dettaglio e l'USAV. L'attuazione è prevista a tappe nel corso dei prossimi quattro anni.

Il memorandum d'intesa si basa sul sesto Rapporto sull'alimentazione in Svizzera pubblicato nel 2013. Il rapporto sottolinea che il consumo di prodotti pronti per l'uso (Convenience Food) ha subito un forte incremento negli ultimi anni. Spesso la composizione di questi alimenti è corresponsabile di un'assunzione maggiore di calorie, sale, grassi e zuccheri rispetto a quanto raccomandato. Di conseguenza aumenta l'obesità e le malattie non trasmissibili come il cancro, il diabete o le malattie cardiocircolatorie.

Il settore industriale: un partner per un'alimentazione sana

L'ottimizzazione della composizione degli alimenti trasformati svolge un ruolo fondamentale nella promozione di un'alimentazione sana. In questo modo è possibile ridurre per esempio il tenore di zucchero o di sale senza però rendere i cibi meno saporiti. L'industria alimentare ha già raggiunto i primi risultati nel quadro della «Strategia sale» dell'USAV. Grazie all'impegno volontario da parte dei produttori, è infatti stato ridotto il tenore di sale in prodotti come pizza, pasta, insalate, zuppe, alimenti pronti e pane. L'USAV intende ora applicare le esperienze maturate nella «Strategia sale» alla riduzione degli zuccheri negli alimenti trasformati.


Indirizzo cui rivolgere domande

Nicole Lamon, capo della comunicazione del DFI,
tel. +41 78 756 44 49

Servizio stampa dell’USAV
media@blv.admin.ch, Tel. +41 58 463 78 98



Pubblicato da

Segreteria generale DFI
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria
http://www.blv.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-58236.html