Funzionario della FIFA acconsente all’estradizione negli Stati Uniti

Berna, 10.07.2015 - Ieri pomeriggio, uno dei sette funzionari della FIFA incarcerati ha acconsentito alla sua estradizione negli Stati Uniti. L’Ufficio federale di giustizia (UFG) ha perciò potuto autorizzare senza indugio l’estradizione con procedura semplificata. Come di consueto, per ragioni di sicurezza e di tutela della personalità non si forniscono indicazioni sul momento della consegna. Su richiesta del funzionario, per ora il suo nome non viene reso noto.

Il 27 maggio 2015, in seguito a una domanda d'arresto statunitense, il funzionario della FIFA era stato arrestato a Zurigo e incarcerato in vista d'estradizione insieme a sei altri funzionari. Il pubblico ministero competente per il distretto est di New York lo accusa di aver accettato tangenti di vari milioni a suo favore per l'assegnazione dei diritti di commercializzazione a varie imprese di marketing sportivo. I diritti di commercializzazione riguardano partite di qualificazione per i Campionati del mondo nonché campionati regionali e continentali nell'America del Sud e del Nord. Tale modo di agire avrebbe arrecato danni finanziari a due federazioni continentali della FIFA come pure a diverse federazioni nazionali.

Estradizione semplificata

In una prima audizione della Polizia cantonale di Zurigo subito dopo il suo arresto, il funzionario della FIFA si era opposto all'estradizione negli Stati Uniti. L'UFG aveva pertanto invitato gli Stati Uniti a presentare una domanda formale di estradizione. Tale domanda è stata trasmessa il 1° luglio 2015. Ieri, quando è stato sentito in merito alla domanda formale degli Stati Uniti, l'interessato ha acconsentito all'estradizione. L'UFG ha potuto pertanto autorizzare senza indugio la sua estradizione con procedura semplificata. Secondo la legge federale sull'assistenza internazionale in materia penale, l'interessato deve essere preso in consegna da una scorta di polizia e trasferito negli Stati Uniti entro dieci giorni.


Indirizzo cui rivolgere domande

Folco Galli, Ufficio federale di giustizia UFG, +41 58 462 77 88


Pubblicato da

Ufficio federale di giustizia
http://www.bj.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-58092.html