La Confederazione intende introdurre la prossima generazione di sistemi di postazioni di lavoro entro il 2020

Berna, 01.07.2015 - In occasione della sua seduta odierna il Consiglio federale ha deciso di introdurre nell’Amministrazione federale una nuova generazione di sistemi di postazioni di lavoro. Ha pertanto adottato il relativo messaggio con un credito di impegno di 70,13 milioni di franchi e incaricato il Dipartimento federale delle finanze (DFF) dell’attuazione coordinata del programma nazionale APS2020 quale progetto chiave nell’ambito delle TIC.

Tra il 2010 e metà 2012 è stata effettuata la migrazione al sistema operativo Windows 7 dei sistemi di postazioni di lavoro dell'Amministrazione federale ed è stato introdotto un sistema di postazioni di lavoro standard per la burotica. Ad aprile del 2014 Microsoft ha comunicato che il ciclo di vita di Windows 7 e di altri prodotti collegati si concluderà alla fine del 2019. Cesserà così anche la relativa assistenza, ragione per cui l'Amministrazione federale dovrà passare a una nuova generazione di sistema operativo. Con l'introduzione della nuova generazione di sistemi di postazioni di lavoro saranno inoltre soddisfatte altre richieste dei dipartimenti, quali l'aumento del rendimento dei sistemi di postazioni di lavoro e la predisposizione di strumenti di lavoro mobili dotati di tutte le funzioni e i certificati di sicurezza necessari.

Programma SPL2020 quale progetto chiave TIC

La migrazione del sistema operativo e il passaggio a una nuova generazione di sistemi di postazioni di lavoro entro il 2020 richiede un approccio coordinato a livello federale tempestivo al fine di rispettare i tempi di pianificazione. Il Consiglio federale ha affidato all'Organo di direzione informatica della Confederazione (ODIC) del DFF la direzione del relativo programma nazionale SPL2020. I costi complessivi del Programma ammontano a 89 milioni di franchi per il periodo 2015-2020. Alla luce dell'entità del Programma, del fabbisogno di personale richiesto nonché della complessità e dei rischi che comporta, il Programma SPL2020 è gestito come un progetto TIC chiave ed è quindi sottoposto ad ampi controlli e alla verifica del Controllo federale delle finanze (CDF).

Per la realizzazione del progetto il Consiglio federale sottopone al Parlamento un credito di impegno di 70,13 milioni di franchi per gli anni 2016-2020. Il credito copre i costi del Programma al netto delle prestazioni proprie e dei costi di inizializzazione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Peter Fischer, Delegato alla direzione informatica della Confederazione ODIC
tel. 058 465 98 98, peter.fischer@isb.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-57949.html