Entrata in vigore della legge federale concernente l’attuazione delle Raccomandazioni del GAFI rivedute nel 2012

Berna, 29.04.2015 - In occasione della sua seduta odierna il Consiglio federale ha deciso di porre in vigore in due tappe la legge federale del 12 dicembre 2014 concernente l’attuazione delle Raccomandazioni del Gruppo d’azione finanziaria rivedute nel 2012.

Il 12 dicembre 2014 le Camere federali hanno adottato la legge federale concernente l'attuazione delle Raccomandazioni del Gruppo d'azione finanziaria (GAFI) rivedute nel 2012. Il termine di referendum è scaduto inutilizzato il 2 aprile 2015. La legge viene posta in vigore a tappe. Da un lato, l'imminente esame dei Paesi effettuato in autunno dal Forum globale sulla trasparenza e sullo scambio di informazioni a fini fiscali richiede una rapida messa in vigore delle disposizioni sulla trasparenza in materia di persone giuridiche e azioni al portatore, ragione per cui queste ultime saranno poste in vigore con effetto al 1º luglio 2015. D'altro lato, i rimanenti adeguamenti di legge necessitano dell'elaborazione di disposizioni d'esecuzione a livello di ordinanza oppure di determinati lavori di attuazione presso gli interessati destinatari delle norme. Con l'entrata in vigore al 1º gennaio 2016 si vuole in particolare concedere agli intermediari finanziari e alle organizzazioni di autodisciplina secondo la legge sul riciclaggio di denaro il tempo occorrente per poter operare tempestivamente i preparativi necessari all'attuazione della normativa.

Gli adeguamenti delle seguenti leggi dovrebbero entrare in vigore il 1º luglio 2015:

  • Codice delle obbligazioni;
  • legge sugli investimenti collettivi; e
  • legge sui titoli contabili.

Il 1º gennaio 2016 entreranno in vigore:

  • le modifiche del Codice civile concernenti le fondazioni ecclesiastiche e di famiglia;
  • le disposizioni sul reato preliminare in materia fiscale (adeguamento del Codice penale e della legge federale sul diritto penale amministrativo);
  • le modifiche della legge federale sull'esecuzione e sul fallimento riguardanti il modo di pagamento;
  • gli adeguamenti della legge sul riciclaggio di denaro.


Indirizzo cui rivolgere domande

Daniel Saameli, portavoce DFF
tel. +41 58 464 14 07, daniel.saameli@gs-efd.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-57064.html