Approvato il Piano d’azione del Governo elettronico 2015

Berna, 21.10.2014 - In occasione della sua seduta del 15 ottobre 2014 il Comitato direttivo del Governo elettronico in Svizzera ha incluso sei progetti nel Piano d’azione 2015. In questo modo i progetti ottengono il sostegno finanziario per l’attuazione di misure definite. Dal 2015 tre progetti saranno diretti da nuove organizzazioni responsabili. Il Comitato ha inoltre preso atto dei buoni risultati registrati dalla Svizzera nello studio comparato eGovernment Monitor.

Dal 2007 la Confederazione, i Cantoni e i Comuni portano avanti il progetto di Governo elettronico secondo la Strategia comune di e-government Svizzera. In occasione del rinnovo dell'accordo quadro di diritto pubblico, che sta alla base della collaborazione, nel 2011 è stato introdotto un piano d'azione del Governo elettronico al fine di accelerare l'attuazione della strategia. I progetti prioritari hanno quindi la possibilità di richiedere il sostegno finanziario per l'attuazione di misure specifiche. Le risorse finanziarie del piano d'azione sono fornite per metà dalla Confederazione e per metà dai Cantoni.

Sei progetti prioritari nel Piano d'azione 2015

Il Comitato direttivo ha inserito nel piano d'azione i seguenti progetti prioritari: «A1.12 Comunicazione di cambiamenti di indirizzo, arrivi, partenze», «B1.06 Architettura del Governo elettronico in Svizzera», «B1.13 Piattaforma eCH per Cantoni e Comuni: scambio di processi», «B2.06 Servizio per l'identificazione e la gestione delle autorizzazioni IAM», «B2.12 Open Government Data (OGD)» e «B2.14 Attuazione della strategia di cloud computing delle autorità svizzere». Nel piano d'azione rimane una riserva che può essere impiegata per ottenere supporto a breve e medio termine. Le misure che vengono attuate nel piano d'azione 2015 sono elencate nel sito www.egovernment.ch/aktionsplan2015.

Nuove organizzazioni responsabili

Con effetto al 1° gennaio 2015 il Comitato direttivo ha deciso l'avvicendamento delle organizzazioni responsabili di tre progetti prioritari. L'associazione eGov Schweiz assume la responsabilità per la conclusione e la gestione del progetto relativo alla piattaforma di scambio dei processi dell'ech-bpm.ch nell'ambito del Progetto «B1.13 Piattaforma eCH per Cantoni e Comuni: scambio dei processi». L'associazione eCH finora ha elaborato le basi concettuali del progetto «B2.06 Servizio per l'identificazione e la gestione delle autorizzazioni (IAM)». La Segreteria dell'economia (SECO) sarà responsabile dell'istituzione di un servizio IAM. Con il completamento della pianificazione e concezione dell'attuazione della strategia dell'Organo direzione informatica della Confederazione (ODIC), approvata dal Consiglio federale nel 2014, la responsabilità del progetto «Open Government Data in Svizzera» passerà dal mese di gennaio del 2015 all'Archivio federale svizzero (AFS) che attualmente è già partner del progetto e gestisce il portale pilota opendata.admin.ch.

Giudizio positivo per le prestazioni di servizi svizzere in ambito di Governo elettronico

Il Comitato direttivo ha preso atto dei buoni risultati registrati dalla Svizzera nello studio eGovernment Monitor 2014 che esamina l'utilizzo e l'accettazione dei servizi elettronici per i cittadini in un confronto internazionale. Questo studio dimostra che le prestazioni di servizi svizzere hanno una qualità elevata: l'87 per cento degli utenti è soddisfatto delle offerte di servizi online di Confederazione, Cantoni e Comuni. Nell'utilizzo delle offerte di Governo elettronico sussiste ancora un margine di miglioramento nonostante un miglioramento rispetto all'anno precedente: il 61 per cento degli svizzeri intervistati ha utilizzato offerte di servizi di Governo elettronico nel corso dell'anno. Secondo lo studio l'anno precedente solo la metà degli intervistati ha utilizzato già offerte di servizi di Governo elettronico.


Indirizzo cui rivolgere domande

Stephan Röthlisberger, Segreteria e-government Svizzera,
Organo direzione informatica della Confederazione ODIC
tel. 058 464 79 21, stephan.roethlisberger@isb.admin.ch



Pubblicato da

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-54889.html