Chiusura temporanea dell’Ambasciata di Svizzera in Libia

Berna, 31.07.2014 - Giovedì 31 luglio 2014, l’Ambasciata di Svizzera a Tripoli è stata provvisoriamente chiusa per motivi di sicurezza. Il personale svizzero, compreso l’esercito dispiegato in loco per la protezione dell’Ambasciata, ha lasciato la Libia. Le relazioni diplomatiche con il Paese continueranno da Berna. Vista la situazione di sicurezza estremamente instabile, il 27 luglio il DFAE ha consigliato ai cittadini svizzeri in Libia di lasciare temporaneamente il Paese.

I locali dell’Ambasciata di Svizzera a Tripoli sono stati temporaneamente chiusi. Il personale svizzero dell’Ambasciata, compreso l’esercito dispiegato sul posto, ha lasciato la Libia il 31 luglio in tarda mattinata a bordo di un aereo noleggiato dalla Repubblica ceca per il personale della sua ambasciata. I rappresentanti diplomatici e i militari svizzeri sono arrivati in prima serata a Praga e rientreranno in Svizzera appena possibile. Il presidente della Confederazione Didier Burkhalter ringrazia le autorità ceche e in particolare il ministro ceco degli affari esteri Lubomír Zaorálek per la collaborazione.

Le attività diplomatiche con la Libia continuano d’ora in poi da Berna. L’Ambasciatore svizzero in Libia continuerà a esercitare le sue funzioni dalla sede.

Attualmente circa 80 cittadini svizzeri vivono in Libia, la maggior parte di loro possiede la doppia cittadinanza e ha legami stretti con la Libia. Con l’intensificarsi della crisi, gli Svizzeri sono stati contattati a più riprese dall’Ambasciata attraverso diversi canali di informazione in vista della preparazione in caso di emergenza. Sono stati invitati a chiedere l’eventuale rinnovo dei loro documenti di viaggio, a depositare preventivamente eventuali domande di visto per i parenti e a espletare tutte le altre formalità consolari.

Vista la situazione di sicurezza estremamente instabile, la scorsa domenica (27 luglio 2014) il DFAE ha consigliato ai cittadini svizzeri in Libia di lasciare temporaneamente il Paese con mezzi propri. Si tratta di una raccomandazione, la decisione finale di lasciare il Paese spetta al singolo cittadino. Fino ad ora, secondo i dati a disposizione, circa la metà dei cittadini svizzeri ha scelto di lasciare provvisoriamente il Paese. I consigli di viaggio per la Libia possono essere consultati al link qui di seguito.

La chiusura temporanea dell’Ambasciata di Svizzera a Tripoli e il trasferimento dei servizi consolari all’Ambasciata di Svizzera a Tunisi sono stati comunicati oggi agli Svizzeri residenti in Libia. In caso di necessità, possono contattare l’Ambasciata di Svizzera a Tunisi (tel. +216 71 191 997, tun.vertretung@eda.admin.ch) o la Helpline DFAE (tel. +41 800 24 7 365; helpline@eda.admin.ch).

Contatto:

Jean-Marc Crevoisier
Capo Informazione DFAE
+41 (0)79 763 84 10


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
E-Mail: info@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/recent/media.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-53913.html