Selezionati i nuovi progetti modello per uno sviluppo sostenibile del territorio

Ittigen, 27.05.2014 - La Confederazione sostiene per la terza volta, tramite il programma «Progetti modello per uno sviluppo sostenibile del territorio», progetti innovativi lanciati da Comuni, regioni, agglomerati e Cantoni. Tra i 149 progetti complessivi inoltrati, sono stati selezionati 33 progetti che beneficeranno di un sostegno di circa 3,7 milioni di franchi per il periodo 2014-2018.

Nell’ambito del programma «Progetti modello per uno sviluppo sostenibile del territorio», la Confederazione ha aperto un bando di concorso per progetti modello che mirano a sviluppare approcci innovativi per migliorare la qualità di vita, la diversità, la competitività e la solidarietà nelle e tra le regioni, così come previsto nel Progetto territoriale Svizzera. Per la prima volta, otto Uffici federali si impegnano congiuntamente nel programma: si tratta dell’Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE), che ne assume la direzione, nonché degli Uffici federali dell’agricoltura (UFAG), dell’ambiente (UFAM), delle abitazioni (UFAB), delle strade (USTRA), della sanità pubblica (UFSP), dello sport (UFSPO) e della Segreteria di Stato dell’economia (SECO).

Tramite i progetti modello, la Confederazione sostiene progetti di enti locali, regionali e cantonali che sperimentano nuovi approcci volti ad attuare uno sviluppo sostenibile del territorio, con l’obiettivo di divulgare le esperienze maturate affinché ne possano approfittare anche altri attori del ramo. I progetti modello devono pure fornire informazioni atte a integrare e sviluppare le politiche d’incidenza territoriale della Confederazione.

Per questa terza generazione di progetti modello, sono stati definiti cinque ambiti tematici. Nell’ambito tematico «Realizzare uno sviluppo centripeto degli insediamenti», la Confederazione sosterrà sette dei 47 progetti inoltrati. Questi progetti trattano la gestione delle zone edificabili, la densificazione delle zone industriali e artigianali e la riqualifica dei centri urbani.

Nell’ambito «Promuovere gli spazi non edificati negli agglomerati», sono stati scelti nove dei 42 progetti depositati. I progetti che beneficeranno di un sostegno affrontano la tematica degli spazi liberi multifunzionali negli insediamenti e le zone di riposo di prossimità negli agglomerati. Gli spazi non edificati soddisfano diverse prerogative quali la ricreazione, l’attività fisica e sportiva, il traffico lento, la natura e il paesaggio.

Per la tematica «Creare un’offerta di alloggi sufficiente e adeguata», sei progetti su 19 beneficeranno di un sostegno da parte della Confederazione. I sei progetti spaziano dagli alloggi a pigione moderata, all’adattamento del parco immobiliare esistente alle nuove realtà demografiche e alle sfide specifiche riguardanti le regioni turistiche.

Nell’ambito «Valorizzare e utilizzare le risorse naturali in modo durevole», sono stati selezionati cinque progetti su 21, che si sviluppano su tematiche quali la biodiversità, la biomassa, la rete idrica e i conflitti di utilizzazione tra l’agricoltura e lo sviluppo del territorio.

Infine, sono stati selezionati sei progetti su 20 per l’ambito «Promuovere l’economia negli spazi funzionali». Questi progetti affrontano tematiche relative al turismo, lo sviluppo di siti d’importanza regionale oppure il coordinamento dello sviluppo regionale.

Nell’autunno 2014 verranno organizzati degli scambi di esperienze al fine di favorire il trasferimento delle conoscenze e la creazione di reti tra gli enti responsabili dei progetti. L’obiettivo è quello di acquisire conoscenze pratiche ai tre livelli istituzionali: Confederazione, Cantoni e Comuni. Alla fine del Programma 2014-2018, i progetti modello che hanno beneficiato di un sostegno saranno poi valutati e valorizzati. Gli insegnamenti che ne deriveranno e i buoni esempi consentiranno di agevolare l’accesso alle esperienze maturate da altre regioni.

Lista dei 33 progetti che beneficiano di un sostegno nel quadro del programma «Progetti modello Sviluppo sostenibile del territorio 2014-2018»

Realizzare uno sviluppo centripeto degli insediamenti

  • Sviluppo territoriale Briga-Glis: dezonamenti, non azzonamenti e densificazione – convergenze parallele? (VS)
  • Integrazione urbana delle zone industriali e artigianali nel perimetro dell’agglomerato (Regione di Morges, VD)
  • Con-cittadinanza: un’integrazione innovativa e ambiziosa della popolazione per un’urbanizzazione sostenibile (Val-de-Ruz, NE)
  • Sfruttare il potenziale di utilizzazione delle abitazioni secondarie (Bellinzona e Valli, TI)
  • Sviluppo centripeto degli insediamenti e competitività regionale grazie a uno sviluppo orientato al mercato di superfici commerciali, produttive e logistiche & REAREA: aiuto decisionale per la rivitalizzazione di aree dismesse con potenziale di trasformazione (SG, AR, AI e TG)
  • Rete per una procedura partecipativa di attuazione a favore di uno sviluppo centripeto (LU)
  • Progetti modello per una densificazione di qualità, il mantenimento e lo sviluppo della cultura edilizia e per la protezione dei paesaggi non edificati nei territori rurali del Cantone Vallese sull’esempio del parco paesaggistico Binntal (parco naturale regionale Binntal, VS)

Promuovere gli spazi non edificati negli agglomerati

  • Sviluppo integrale degli spazi non edificati nell’agglomerato nucleo di Sciaffusa (SH)
  • Dall'Europa all'Africa lungo una golena (Locarnese e Vallemaggia, TI)
  • Parco del Laveggio (Mendrisiotto, TI)
  • 2007-2017: gli effetti dei Plans Paysage, l’esperienza dell’Arve, fiume transfrontaliero, 10 anni dopo (agglomerato Grande Ginevra, GE)
  • Regione Sursee-Mittelland – Spazio per il movimento, lo sport, il tempo libero e la salute (LU)
  • Spazi non edificati a Friburgo (agglomerato di Friburgo, FR)
  • Paesaggio per un‘ora: riqualifica e gestione degli spazi di transizione tra insediamento e paesaggio (agglomerato San Gallo/Arbon-Rorschach, SG, TG, AR)
  • Collegamenti degli spazi di ricreazione di prossimità tramite le reti del traffico lento come elementi della qualità di vita e dell’attrattiva locale. Sviluppo di una guida per pianificazione integrale degli spazi non edificati tramite le reti del traffico lento (area metropolitana di Zurigo, ZH, SH, SG, TG, AG, SZ, LU e ZG)
  • Spazi non edificati nella dialettica degli interessi delle parti: strumenti in materia di legislazione edilizia e processi di partecipazione per uno sviluppo degli spazi non edificati (Winterthur, ZH)

Creare un’offerta di alloggi sufficiente e adeguata

  • Promozione dello spazio residenziale nell’alta Reusstal/Urserntal (UR)
  • Gestione delle vecchie costruzioni al servizio della politica degli insediamenti e degli alloggi (LU)
  • Sviluppo partecipativo e attuazione di misure tese a promuovere alloggi a prezzi moderati per gli abitanti locali nelle località a vocazione turistica (Zermatt, VS)
  • Obiettivo alloggi in Riviera / Verso una carta intercomunale degli alloggi per la Riviera (Riviera vodese, VD)
  • Laboratorio sperimentale Morenal – Riposizionamento di un quartiere fortemente segregato nell’agglomerato bellinzonese (TI)
  • Coordinamento del rinnovamento immobiliare e sviluppo urbano (città di Bienne, BE)

Valorizzare e utilizzare le risorse naturali in modo durevole

  • Biodiversità regionale degli insediamenti (rete naturale della Regione Pfannenstil, ZH)
  • Centro per l’utilizzazione sostenibile delle biomasse (biosfera UNESCO Entlebuch e dintorni, LU, BE)
  • Finanziamento di misure per una gestione integrale del territorio (Aare- und Gürbetal, BE)
  • Gestione idrica integrale nel bacino Seeland-Broye (BE, FR e VD)
  • Guida «Urbanizzazione e agricoltura» Losanna Nord (VD)

Promuovere l’economia negli spazi funzionali

  • Condizioni quadro preminenti per lo sviluppo economico congiunto (regione dell’Alta Turgovia, TG)
  • Posizionamento della regione turistica metropolitana (area metropolitana di Zurigo, ZH, SH, SG, TG, AG, SZ, LU, ZG)
  • Pianificazione di prova nello spazio funzionale «Hinteres Frenkental», Cantone di Basilea-Campagna (BL, SO)
  • Tracce rurali: tessere un legame forte tra pianura e montagna, valorizzando le tracce nello spazio rurale interessato (agglomerato e regione di Sion, VS)
  • Regione geoturistica sostenibile Mattertal VS: valorizzazione dei paesaggi naturali e culturali tramite nuovi prodotti e servizi (Grächen, VS)
  • Zona commerciale regionale Val Schons – Sviluppo locale sostenibile e innovativo sulla base del sistema regionale economico e delle risorse nella Val Schons (GR)


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE
+41 58 462 40 60
info@are.admin.ch
https://twitter.com/AREschweiz



Pubblicato da

Ufficio federale dello sviluppo territoriale
https://www.are.admin.ch/are/it/home.html

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Ufficio federale dell'agricoltura
http://www.blw.admin.ch

Ufficio federale delle abitazioni
http://www.ufab.admin.ch/

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ufficio federale delle strade USTRA
http://www.astra.admin.ch

Ufficio federale dello sport
http://www.baspo.admin.ch/

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-53140.html