Carta nazionale del Governo elettronico in Svizzera: panoramica sulle prestazioni

Berna, 05.05.2014 - In data odierna l’Organo direzione informatica della Confederazione lancia la versione pilota della Carta nazionale del Governo elettronico in Svizzera, che offre indicazioni sulle prestazioni online delle autorità nonché informazioni riguardanti le soluzioni tecniche adottate, i fornitori di prestazioni TIC e gli standard eCH da rispettare. L’applicazione web fornisce una panoramica sulla diffusione dell’offerta del Governo elettronico nei Cantoni e nei Comuni. Grazie alla Carta nazionale del Governo elettronico le amministrazioni pubbliche dispongono di un nuovo strumento per la ricerca di informazioni utili in vista dell’introduzione di questo tipo di servizi.

Dalla sua approvazione nel 2007, Confederazione e Cantoni operano congiuntamente per applicare la Strategia di Governo elettronico in Svizzera. Essa prevede l’attuazione decentralizzata del programma, coordinato in modo centrale da una Segreteria presso l’Organo di direzione informatica della Confederazione (ODIC). Al giorno d’oggi nei Comuni e nei Cantoni svizzeri l’offerta di prestazioni del Governo elettronico non è omogenea.

Carta nazionale del Governo elettronico in Svizzera: la versione pilota è online

Allo scopo di realizzare una panoramica sulle offerte esistenti, nel 2012 il Comitato direttivo del Governo elettronico in Svizzera ha incluso nel catalogo dei progetti prioritari la «Carta nazionale del Governo elettronico in Svizzera». La direzione del progetto è stata affidata all’ODIC e più precisamente alla Segreteria e-government Svizzera. Quest’ultima, allo scopo di offrire uno strumento che serva a fornire una visione di insieme, ha creato un’applicazione web sotto forma di carta nazionale online, in cui sono a disposizione numerose informazioni concernenti le prestazioni elettroniche dei Comuni e dei Cantoni. La Carta nazionale del Governo elettronico in Svizzera viene oggi presentata in una prima versione pilota in francese e tedesco.

Trasparenza nell’introduzione di prestazioni del Governo elettronico

Oggi diversi servizi previsti nell’inventario delle prestazioni dell’amministrazione pubblica, come ad esempio «annunciare il cambiamento di indirizzo», «compilare la dichiarazione fiscale» oppure «richiedere/fornire un permesso di lavoro» possono già essere offerti in forma elettronica. Nella sua versione pilota, la Carta nazionale del Governo elettronico fornisce una panoramica sull’attuazione e la diffusione di 39 delle circa 880 prestazioni offerte dalle autorità. Navigando a livello geografico o facendo semplicemente una ricerca con una parole chiave sono consultabili ulteriori informazioni concernenti le soluzioni tecniche a disposizione, i fornitori attivi sul mercato o informazioni generali concernenti le prestazioni offerte dalle autorità. Sono pure elencati gli standard eCH raccomandati nell’ambito del Governo elettronico. Grazie a questa offerta la Carta nazionale del Governo elettronico in Svizzera aumenta quindi la trasparenza nel settore. La Carta è uno strumento di ricerca utile ai responsabili dell’attuazione di progetti di Governo elettronico nei Cantoni e nei Comuni e promuove lo scambio tra i differenti attori. Essa offre inoltre agli ambienti interessati, come il settore della ricerca o dei media, una panoramica sull’attuale diffusione del Governo elettronico.

Informazioni concernenti 24 Cantoni e circa 180 Comuni

Nell’estate del 2013, in un sondaggio iniziale presso i fornitori di prestazioni TIC che sviluppano soluzioni per le autorità, sono state rilevate le prestazioni offerte in forma elettronica nelle amministrazioni cantonali e in un campione di Comuni scelti fra i 300 con la maggiore densità di abitanti. Le autorità stesse hanno poi esaminato e convalidato i dati presentati dai fornitori di prestazioni TIC. Dal sondaggio sono emerse informazioni concernenti 24 Cantoni e circa 180 Comuni che, insieme alle banche dati riprese da registri già esistenti, costituiscono la base della Carta nazionale del Governo elettronico. I Comuni e i Cantoni che desiderano far figurare nella Carta nazionale le prestazioni elettroniche offerte possono iscriversi direttamente tramite l’applicazione web. L’applicazione esistente verrà valutata durante la fase pilota, che si concluderà a inizio 2015. Si sta inoltre esaminando la possibilità di introdurre ulteriori funzioni. Nella sua versione definitiva la Carta nazionale del Governo elettronico dovrebbe fornire informazioni concernenti tutte le prestazioni offerte dalle autorità nonché una panoramica sullo stato di attuazione in tutti i Cantoni, i Comuni e i servizi dell’Amministrazione federale.


Indirizzo cui rivolgere domande

Astrid Strahm, capo progetto Carta nazionale del Governo elettronico in Svizzera
Organo direzione informatica della Confederazione,
tel. +41 58 462 14 43, astrid.strahm@isb.admin.ch



Pubblicato da

Organo direzione informatica della Confederazione
http://www.odic.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-52867.html