Lucerna tra le 15 destinazioni di maggior successo dello spazio alpino

Berna, 21.01.2014 - BAKBASEL analizza regolarmente la performance delle destinazioni svizzere sulla base dell’indice di successo «BAK TOPINDEX». È emerso che negli ultimi due anni il successo di molte destinazioni svizzere dell’arco alpino è diminuito. L’intera economia turistica svizzera lascia alle spalle alcuni anni difficili, nei quali è stata scossa soprattutto dal calo della domanda dei mercati tradizionali dell’Europa occidentale, a causa del persistente tasso di cambio sfavorevole del franco rispetto all’euro. Nonostante ciò, nel 2012 alcune destinazioni svizzere hanno registrato un successo superiore alla media. Questo vale in particolare per Lucerna che conquista la quinta posizione nella lista «BAK TOPINDEX».

Nel 2012, Lucerna, la destinazione della Svizzera centrale, si è posizionata al quinto posto del «BAK TOPINDEX» in riferimento all’intero anno turistico, risultando così la destinazione svizzera di maggior successo. Lucerna è riuscita a occupare molto bene i posti letto negli esercizi alberghieri e ha aumentato le proprie quote di mercato. Lucerna ha raggiunto la sua ottima posizione grazie, soprattutto, alla straordinaria performance registrata in estate.

In tutto l’arco alpino, nell’anno turistico 2012 la destinazione di maggior successo è stata la Valle di Kleinwalser (Kleinwalsertal), nella regione del Vorarlberg. La Valle di Kleinwalser si trova regolarmente nelle posizioni più alte della classifica del «BAK TOPINDEX», e nel 2012 deve il suo primato all’ottima occupazione e ai rispettivi prezzi. La Valle di Kleinwalser ha un’ottima posizione come destinazione per le famiglie, inoltre beneficia del collegamento con il comprensorio sciistico della destinazione tedesca di Oberstdorf. Un ulteriore vantaggio di questa meta è il suo successo sia in inverno che nei mesi estivi.

La Valle di Grossarl, che negli anni precedenti si trovava regolarmente al primo posto, nel 2012 segue in seconda posizione. Grazie a un elevato tasso di occupazione e a un buon sviluppo del numero di pernottamenti, la Valle di Grossarl occupa i primi posti anche nel 2012. La destinazione salisburghese beneficia di una forte struttura ricettiva, con una quota elevata di posti letto nel segmento di alto livello e, in proporzione, un esiguo numero di letti nelle abitazioni secondarie.

Il «BAK TOPINDEX» non viene calcolato solo per l’intero anno turistico, ma può anche riferirsi alla stagione invernale e a quella estiva.

2 destinazioni svizzere in estate nella TOP 15
Nella stagione estiva 2012 sono due le destinazioni svizzere a rientrare tra le prime 15. Al vertice della classifica per la stagione estiva si trova la meta svizzera di Lucerna. Questa località possiede un ottimo tasso di occupazione e, in corrispondenza di un aumento del numero di pernottamenti, registra ricavi elevati per singolo pernottamento. Il piazzamento è particolarmente positivo proprio in considerazione del fatto che il 2012 non è stato un anno facile per il turismo svizzero, a causa della forza del franco. Già nelle valutazioni degli anni 2007, 2008 e 2010, Lucerna figurava tra le mete estive di maggior successo. Lucerna è caratterizzata da un’alta densità di attrazioni turistiche e beneficia della sua posizione sulle rive del Lago dei Quattro Cantoni. La seconda destinazione svizzera nella TOP 15 è Interlaken (al 7° posto), dove si registra un’occupazione relativamente buona delle capacità alberghiere. Interlaken beneficia, in modo particolare, della combinazione promettente «montagne & laghi». Un vantaggio di Lucerna e anche di Interlaken sta nel fatto che entrambe le destinazioni sono molto ben posizionate sul mercato asiatico in forte crescita. A Interlaken, gli ospiti asiatici nell’estate del 2012 hanno costituito circa il 30 per cento della domanda, a Lucerna circa il 25 per cento, superando così in entrambe le destinazioni la quota di pernottamenti degli ospiti dell’Europa occidentale.

Tra i primi 15 posti, in estate si ritrovano 2 destinazioni svizzere, 1 tedesca, 4 italiane e 8 austriache. La ripartizione su regioni e territori nazionali diversi dell’arco alpino mostra che il successo del turismo alpino si può venire a creare in presenza di condizioni e contesti differenti, e che quest’ultimo dipende non solo dalla quantità ma anche dalla qualità.

In inverno le destinazioni austriache dominano chiaramente la classifica
Nel semestre invernale guida la classifica la destinazione di Lech-Zürs. Al secondo posto c’è Serfaus-Fiss-Ladis, in Tirolo, seguita da Paznaun. Nell’inverno del 2012, tra le prime 15 non ci sono destinazioni svizzere. Nella stagione invernale emerge un chiarissimo dominio delle destinazioni austriache. I primi quattordici posti sono tutti occupati da mete austriache. Al 15° posto c’è la destinazione italiana della Val Gardena.

E le destinazioni cittadine?
In un processo di benchmarking del turismo cittadino, le cinque maggiori città svizzere, Basilea, Berna, Ginevra, Losanna e Zurigo, vengono messe a confronto con le seguenti mete cittadine internazionali: Barcellona, Firenze, Friburgo in Brisgovia, Heidelberg, Monaco di Baviera, Praga, Salisburgo, Stoccarda, Verona e Vienna. In base al «BAK TOPINDEX», nel 2012 tra le destinazioni cittadine è Barcellona la città di maggior successo del campione. Ginevra e Zurigo sono le città svizzere di maggior successo, e si attestano rispettivamente al 7° e al 10° posto.

Benchmarking del turismo
Nell’ambito del progetto «Programma di benchmarking internazionale per il turismo svizzero», BAKBASEL analizza regolarmente la performance e la competitività di circa 150 destinazioni dell’arco alpino europeo, per conto della Segreteria di Stato dell’economia SECO e delle più importanti regioni turistiche svizzere (BE, GR, TI, VS, VD, ZS). Il programma di benchmarking non si occupa solo delle destinazioni alpine, ma anche di tutte le forme turistiche importanti per il turismo svizzero. L’obiettivo di questo programma è rafforzare la competitività delle destinazioni e delle regioni svizzere, creando le basi per un processo decisionale basato su dati fattuali.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-51715.html