Vicini anche se lontani: la Svizzera e la Nuova Zelanda potenziano la cooperazione bilaterale

Berna, 25.10.2013 - Il primo giorno del suo viaggio nella regione asiatico-pacifica il consigliere federale Didier Burkhalter ha incontrato a Auckland il primo ministro neozelandese John Key e il ministro degli esteri Murray McCully. Con quest'ultimo ha firmato una dichiarazione comune per approfondire la cooperazione bilaterale, tra l'altro anche in ambito consolare. Entrambi i partner hanno inoltre convenuto di voler tenere incontri regolari a livello ministeriale. Nel colloquio con il primo ministro John Key il consigliere federale Didier Burkhalter ha chiesto di migliorare la procedura di riscossione della rendita per i cittadini svizzeri che vivono in Nuova Zelanda.

La Svizzera e la Nuova Zelanda valutano possibilità per cooperare in modo stretto nell'utilizzo efficiente delle risorse in ambito consolare. Nel corso del loro incontro odierno a Auckland, il consigliere federale Didier Burkhalter e il ministro degli esteri neozelandese Murray McCully hanno firmato una relativa dichiarazione comune, che menziona come possibili ambiti di cooperazione la rappresentanza reciproca nell'ambito dei servizi consolari e l'utilizzo in comune delle parti di infrastrutture tecniche ed eventualmente anche degli edifici dell'ambasciata. La dichiarazione sottolinea la volontà di potenziare le già buone relazioni bilaterali con la Nuova Zelanda, ha affermato il consigliere federale Didier Burkhalter. «I nostri Stati sono molto distanti, ma cooperano in modo stretto. E questa cooperazione sarà consolidata ulteriormente.» Come misura concreta i due ministri degli esteri hanno convenuto di tenere in futuro incontri regolari anche a livello ministeriale.

50 anni dopo l'inizio delle relazioni diplomatiche, il rapporto tra la Svizzera e la Nuova Zelanda si svolge in gran parte senza problemi. Dal 2005 esiste un dialogo politico regolare ad alto livello diplomatico. Con circa 7000 cittadini svizzeri la colonia svizzera in Nuova Zelanda è una delle più grandi al di fuori dell'Europa. Nel novembre 2010 i due Paesi hanno firmato un accordo veterinario bilaterale che permette tra l'altro di esportare in Nuova Zelanda grandi quantità di formaggio a base di latte crudo e di carne secca. Complessivamente però il volume commerciale tra i due Paesi è piuttosto esiguo (2012: appena 300 milioni di CHF). La Svizzera esporta in Nuova Zelanda soprattutto prodotti farmaceutici e macchinari, mentre importa in particolare prodotti agricoli.

Durante l'incontro odierno si è discusso anche della cooperazione multilaterale, ambito in cui entrambi gli Stati perseguono spesso gli stessi obiettivi. La Svizzera e la Nuova Zelanda cooperano quindi tra l'altro nel Consiglio dei diritti dell'uomo, nell'ambito del disarmo e del clima o della riforma dei metodi lavorativi del Consiglio di sicurezza dell'ONU. Con la Svizzera, la Nuova Zelanda fa parte di quegli Stati che nel giugno 2013 hanno firmato l'accordo sul commercio di armi (Arms Trade Treaty). Oggi il consigliere federale Didier Burkhalter ha ringraziato i suoi omologhi neozelandesi per la buona cooperazione a livello multilaterale.


Incontro con il primo ministro John Key

Dopo il colloquio con il ministro degli esteri McCully il consigliere federale Didier Burkhalter ha incontrato il primo ministro neozelandese John Key per discutere su vari temi attuali. Il consigliere federale Didier Burkhalter ha spiegato il sistema politico svizzero e ha informato i propri partner in merito alla via bilaterale della Svizzera con l'UE.

Durante il colloquio il consigliere federale Didier Burkhalter ha trattato anche il problema dei pagamenti delle rendite per i cittadini svizzeri. Conformemente al sistema neozelandese ogni persona che vive da almeno dieci anni in Nuova Zelanda ha diritto a una rendita. Nel caso dei cittadini stranieri, che percepiscono una rendita dal proprio Paese d'origine, l'ammontare della rendita versata dalla Nuova Zelanda viene ridotta di questo importo, se non addirittura soppressa. Il consigliere federale Didier Burkhalter ha fatto notare che questo modo di procedere è discriminante nei confronti dei cittadini svizzeri e ha espresso la speranza di giungere a una soluzione con la Nuova Zelanda, secondo cui il fatto di beneficiare di una rendita AVS svizzera non influenzi più negativamente l'ottenimento di una rendita neozelandese.


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
E-Mail: info@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-50714.html