1a Conferenza della Rete integrata Svizzera per la sicurezza

Berna, 03.09.2013 - Il 3 settembre 2013 si è svolta al Museo svizzero dei trasporti la 1a Conferenza della Rete integrata Svizzera per la sicurezza (RSS). I principali attori in materia di sicurezza hanno formulato le loro aspettative in merito alla creazione e all’organizzazione della sicurezza in seno alla Rete integrata. Le relazioni e le tavole rotonde con la partecipazione del Presidente della Confederazione Ueli Maurer e di Consiglieri di Stato, parlamentari ed esperti della politica di sicurezza svizzera hanno fornito contributi interessanti inerenti al tema della sicurezza in seno alla Rete integrata. Alla manifestazione hanno partecipato oltre 300 persone.

Il nuovo «Meccanismo di consultazione e coordinamento nel quadro della Rete integrata Svizzera per la sicurezza» (MCC RSS) ha organizzato la 1a Conferenza della RSS con la partecipazione di politici e di rappresentanti della polizia, dell'esercito, dei pompieri nonché della protezione civile e della protezione della popolazione. La Conferenza era incentrata sulle loro aspettative nei confronti della Rete integrata Svizzera per la sicurezza. Si è segnatamente discusso di concezione, intenzioni e prospettive della collaborazione in materia di politica di sicurezza in seno alla Rete integrata. I rappresentanti dei Cantoni hanno formulato per la prima volta aspettative concrete nei confronti della RSS e i rappresentanti della Confederazione hanno esposto il loro punto di vista. Nell'ambito di una tavola rotonda, la Confederazione e i Cantoni hanno discusso della necessità e delle sfide della Rete integrata Svizzera per la sicurezza. In tale ambito la sicurezza è stata percepita quale sfida a livello nazionale. È subito risultato evidente che molti compiti futuri, segnatamente nel settore della sicurezza pubblica, potranno essere gestiti unicamente mediante una collaborazione a livello nazionale. Secondo il consigliere di Stato Käser «grazie alla partecipazione paritetica di Confederazione e Cantoni, il MCC RSS garantisce che la formazione dell'opinione avvenga nell'ambito di un partenariato e che le decisioni vengano adottate in modo congiunto». La Rete integrata Svizzera per la sicurezza dovrà tuttavia continuare a rispettare anche il carattere federalistico della Svizzera, caratterizzato dall'ampia autonomia dei Cantoni.

La relazione di André Duvillard e Toni Frisch sull'Esercitazione della Rete integrata Svizzera per la sicurezza 2014 (ERSS 14) ha evidenziato la necessità della Svizzera di sviluppare una cultura nazionale delle esercitazioni allo scopo di esercitare regolarmente la gestione di una situazione d'emergenza complessa a livello nazionale. Nella gestione delle crisi e delle catastrofi gli attori in materia di politica di sicurezza potranno pertanto ricorrere alle proprie esperienze acquisite durante le esercitazioni.

I contributi della 1a Conferenza di rilievo della Rete integrata hanno evidenziato che la collaborazione e l'armonizzazione in materia di politica di sicurezza tra Confederazione, Cantoni e Comuni nonché imprese e organizzazioni private saranno confrontate con importanti sfide. Per reagire a livello nazionale alle minacce e alle situazioni d'emergenza attuali è indispensabile una migliore interconnessione di tutti gli attori. Il MCC RSS si è rivelato uno strumento adatto per garantire un partenariato e una collaborazione intensi tra Confederazione e Cantoni in seno a una Rete integrata paritetica.


Indirizzo cui rivolgere domande

Flora Häfliger
Collaboratrice scientifica MCC RSS
031 322 03 56


Pubblicato da

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

Rete integrata Svizzera per la sicurezza
https://www.svs.admin.ch/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-50083.html