Praticare l’aeromodellismo in modo sicuro

Berna, 26.07.2013 - L’aeromodellismo, hobby molto diffuso al giorno d’oggi, può essere praticato anche con un dispendio finanziario e di tempo limitato. Sono pertanto sempre più numerose le persone che, senza possedere conoscenze specifiche, si cimentano con modelli di aeroplani e droni. A riguardo, occorre assolutamente rispettare alcuni principi.

L'aeromodellismo è un'affascinante attività del tempo libero che appassiona in egual misura giovani e meno giovani. In Svizzera si contano circa 8‘000 piloti di aeromodelli, riuniti nella Federazione Svizzera di Aeromodellismo (FSAM), che praticano il proprio hobby in più di 160 associazioni. Oltre a questi, vi sono tuttavia numerosi aeromodellisti che si dedicano a quest'attività al di fuori della Federazione. In questi ultimi tempi è in vendita un numero sempre maggiore di piccoli droni telecomandati che possono essere utilizzati anche senza particolari conoscenze aviatorie. Spesso gli acquirenti di questi apparecchi non conoscono le prescrizioni legali che ne disciplinano l'impiego.

L'UFAC è giunto a conoscenza del fatto che ultimamente vi sono stati diversi avvicinamenti tra aeromodelli e aeromobili con a bordo un pilota. Tali episodi si sono in parte verificati nei pressi di aerodromi. Altre segnalazioni ricevute dall'UFAC riguardavano droni telecomandati, che volavano al di fuori del campo visivo del rispettivo "pilota". Simili modelli possono costituire un pericolo in particolare per i piloti di elicotteri che eseguono voli di lavoro a bassa quota.

In Svizzera l'esercizio degli aeromodelli è disciplinato da poche ma ben definite norme giuridiche. Un aeromodello che supera il limite di peso di 30 chilogrammi deve essere omologato dall'UFAC; inoltre, gli aeromodelli e i droni possono volare soltanto all'interno del campo visivo del "pilota". Anche coloro che intendono far volare un aeromodello al di fuori del proprio campo visivo, servendosi di videocamere o di un GPS, necessitano di un'autorizzazione dell'UFAC. L'utilizzo di apparecchi volanti in un raggio di cinque chilometri attorno a un aerodromo militare o civile è soggetto a un'autorizzazione speciale. Per quanto riguarda l'altitudine di volo, nelle zone di controllo dei grandi aeroporti vige inoltre un limite massimo di 150 m dal suolo. Ogni aeromodellista deve infine stipulare un'assicurazione di responsabilità civile.

L'UFAC, pur non intendendo gravare la pratica dell'aeromodellismo con un'inutile pletora di nuove norme, fa presente che la non ottemperanza dei suddetti principi può comportare, oltre a danni a persone e cose, anche problemi di diritto assicurativo. Per poter praticare l'hobby dell'aeromodellismo con cognizione di causa e in sicurezza, l'UFAC raccomanda a tutti gli operatori di affiliarsi alla FSAM. Ogni aeromodellista deve inoltre essere consapevole che è responsabile in prima persona dell‘esercizio sicuro del suo apparecchio volante. In cooperazione con la Federazione Svizzera di Aeromodellismo l'UFAC intensificherà ulteriormente le attività di sensibilizzazione su questo tema.


Indirizzo cui rivolgere domande

Per gli operatori dei media:
Comunicazione UFAC
Telefono:



Pubblicato da

Ufficio federale dell'aviazione civile
http://www.bazl.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-49759.html