Isole digitali per le piccole radio

Biel/Bienne, 25.06.2013 - Ora, anche le piccole emittenti radiofoniche dovrebbero ottenere una piattaforma per la diffusione digitale dei propri programmi. L'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) rilascia a Digris SA una concessione di radiocomunicazione per l'esercizio di isole DAB+ in tutta la Svizzera.

Entro il 2015, la titolare della concessione di radiocomunicazione intende costruire antenne DAB+ nei grandi agglomerati svizzeri. Questa piattaforma mira soprattutto a permettere alle emittenti radiofoniche non commerciali e a quelle diffuse via Internet la trasmissione digitale dei loro programmi. A tale scopo Digris SA impiega una nuova tecnologia basata su software i cui costi sono nettamente inferiori rispetto a quelli generati dall'esercizio delle grandi zone di diffusione DAB+ esistenti. Questo sistema denominato "Software Defined Radio" è stato ideato dall'impresa svizzera OpenDigitalRadio.Org. I programmi sono captabili con qualsiasi apparecchio radio DAB+.

Oltre alla concessione di radiocomunicazione, Digris SA è titolare di una concessione per l'emittenza di un programma DAB. Al momento inutilizzata, quest'ultima sarà riattivata al momento della messa in servizio della piattaforma DAB. In quanto concessionaria del programma, Digris SA ha diritto, su domanda, ai contributi alla promozione tecnologica se allestisce e gestisce una propria piattaforma. Grazie a questo sostegno da parte della Confederazione, che copre il 75 per cento dei costi d'investimento, le emittenti interessate possono accedere alla piattaforma di Digris SA a condizioni nettamente più vantaggiose.

Attualmente Digris SA produce e diffonde via Internet "Openbroadcast", una piattaforma di programmi creata dagli utenti. Con il rilascio della concessione di radiocomunicazione cederà una parte del capitale azionario a "Limus", un'associazione che riunisce le radio non commerciali o web radio organizzate nelle associazioni UNIKOM e ASROC. Digris SA prevede di lanciare ancora quest'anno le prime isole DAB+ a Zurigo e a Ginevra. I lavori dovrebbero essere conclusi entro fine 2015.

La rete DAB+ avanza a grandi passi
Le reti DAB+ finora concessionate sono concepite per una copertura su vasta scala. Attualmente, nella Svizzera tedesca sono in esercizio due piattaforme radio digitali a livello di regione linguistica, una destinata alla SSR e l'altra ai programmi radiofonici privati. Ogni piattaforma permette la diffusione di 12 a 18 programmi. Una terza piattaforma regionale è stata messa in servizio a fine 2012 nell'agglomerato di Aarau-Zurigo e sarà estesa alla Svizzera centrale nell'estate 2013 e alla regione di Basilea per la fine dell'anno. A fine 2014 saranno già operative altre reti regionali nelle regioni di Berna e della Svizzera orientale. Nell'autunno 2013, la Svizzera romanda otterrà, oltre alla piattaforma SSR già in servizio, una seconda copertura DAB+ destinata prevalentemente ai programmi delle radio private romande. Il concetto di Digris SA mira a una copertura su piccola scala, poco onerosa e rende quindi la diffusione digitale accessibile ad altri fornitori di programmi. Il rilascio di una concessione a Digris SA rappresenta dunque un passo importante verso un rapido ampliamento della copertura radio digitale in Svizzera. Infatti, parallelamente alla SSR e alle emittenti private commerciali, ora anche le radio non commerciali possono accedere alla tecnologia DAB+ a costi vantaggiosi.
Lo sviluppo del DAB+ non sembra essere concluso. Nel quadro di un sondaggio d'interessi effettuato dall'UFCOM nella primavera del 2013, numerosi partecipanti, sia nella Svizzera tedesca che in quella romanda hanno espresso il loro interesse per ulteriori coperture digitali.


Indirizzo cui rivolgere domande

René Wehrlin, Divisione Media e posta, Ufficio federale delle comunicazioni UFCOM, 032 327 55 96



Pubblicato da

Ufficio federale delle comunicazioni
http://www.ufcom.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-49384.html