Rapporto dell’UE sullo stato dell’e-government: elevata soddisfazione degli utenti in Svizzera

Berna, 28.05.2013 - La Commissione europea ha pubblicato oggi il suo decimo rapporto sullo stato dell’offerta di e-government nei Paesi europei. Nel corso dell’ultimo decennio, nel settore dell’e-government la Svizzera era riuscita a collocarsi nella media europea. Per quanto riguarda il giudizio sull’offerta online espresso dagli utenti, la Svizzera occupa un’ottima posizione nel confronto tra Paesi.

L’evoluzione dell’offerta di e-government nei 27 Stati membri dell’UE, come pure in Svizzera, Croazia, Islanda, Norvegia e Turchia, è rilevata dal 2001 su mandato della Commissione europea. Lo studio attuale non è esauriente, ma verrà completato nel 2014 con un’inchiesta ulteriore.

Nuovo approccio metodico

Nel quadro del presente rapporto il giudizio sull’offerta online delle amministrazioni pubbliche viene effettuato tramite la valutazione di quattro indicatori principali (User Empowerment, Digital Single Market, Efficiency and Effectivness, Pre-Conditions). Questi indicatori sono valutati sulla scorta di diversi criteri, come la convivialità per gli utenti, l’offerta specifica online per la popolazione e per l’economia, la soddisfazione degli utenti e la diffusione di moduli di base per garantire l’e-government, come ad esempio l’identità elettronica (e-ID).

Lo studio di quest’anno segue metodicamente un nuovo approccio. Infatti, diversamente dai rapporti precedenti, esso non misura unicamente l’esistenza di singole prestazioni di servizi, bensì il loro impiego nel contesto di determinati «eventi di vita». Il tutto è incentrato sui processi nell’ambito della ricerca di posti di lavoro e della disoccupazione, sulla fondazione di imprese e sugli studi presso università estere. Raggiungono la nota migliore nel presente design di ricerca le amministrazioni pubbliche che consentono ai loro clienti (popolazione ed economia) il disbrigo senza interruzione dei media di tutte le transazioni con le autorità che intervengono in concomitanza con un determinato evento, come una nuova assunzione.

Nel 2014 i risultati odierni saranno completati con inchieste concernenti i processi in ulteriori settori amministrativi, come la sanità, la giustizia o l’economia. 

Risultati del rilevamento del 2012

Con riferimento ai quattro principali indicatori di misura, nell’ottica dei clienti la Svizzera è la migliore a livello di ottimizzazione dei processi amministrativi mediante servizi online («Efficiency and Effectiveness»). Per quanto riguarda il criterio della soddisfazione dei clienti il nostro Paese ottiene un risultato molto buono e, nell’inchiesta presso gli utenti in merito all’utilità e all’adempimento delle aspettative di prestazioni di servizi online, occupa un’ottima posizione. Questa valutazione conferma anche i risultati degli studi nazionali, secondo cui la soddisfazione della popolazione nei confronti delle prestazioni elettroniche di servizi è compresa tra buona e molto buona. Anche l’offerta svizzera online alla popolazione si staglia ampiamente al di sopra della media europea (CH: 63%, Ø: 45%). È invece ampliabile l’offerta della pubblica amministrazione nei confronti dell’economia, ossia il secondo criterio dell’indicatore principale concernente il mercato interno (Digital Single Market).

Anche nel settore delle premesse tecniche all’e-government esiste in Svizzera un potenziale di sviluppo. Moduli di base come l’annuncio unico con una e-ID, la certificazione elettronica di documenti o l’archiviazione sicura di documenti dovrebbero essere viepiù utilizzati anche in Svizzera come fondamento di una diffusione capillare dell’e-government. L’affermazione di questi moduli di base favorisce la trasparenza e la tracciabilità delle transazioni (User Empowerment). Secondo il rapporto dell’UE sull’e-government questi aspetti sono stati presi ancora troppo poco in considerazione nei servizi online delle autorità svizzere.


Indirizzo cui rivolgere domande

Astrid Strahm
Monitoraggio del programma E-Government Svizzera
Organo direzione informatica della Confederazione ODIC
004131 322 14 43
astrid.strahm@isb.admin.ch



Pubblicato da

Organo direzione informatica della Confederazione
http://www.odic.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-49004.html