Assistenza giudiziaria per i reati fiscali: armonizzazione con la revisione del diritto fiscale e l’attuazione delle raccomandazioni GAFI

(Ultima modifica 20.02.2013)

Berna, 20.02.2013 - Nella procedura di consultazione la proposta di estendere l’assistenza giudiziaria ai reati fiscali è stata accolta perlopiù da critiche. Mercoledì il Consiglio federale ha quindi deciso di rinviare l’avamprogetto per coordinarlo con la revisione del diritto penale fiscale e con l’attuazione delle Raccomandazioni rivedute sul riciclaggio di denaro del Gruppo d’azione finanziaria (GAFI).

L'avamprogetto posto in consultazione prevede la modifica della legge sull'assistenza in materia penale (AIMP) e il recepimento dei pertinenti Protocolli addizionali del Consiglio d'Europa al fine di uniformare la cooperazione internazionale nel settore dell'assistenza giudiziaria e dell'assistenza amministrativa. In base all'avamprogetto, in futuro la Svizzera presterebbe assistenza giudiziaria anche nei casi di sottrazione d'imposta. Le proposte inviate in consultazione l'anno scorso sono però state valutate perlopiù criticamente. È stato fatto rilevare soprattutto che l'avamprogetto anticipa la revisione del diritto penale fiscale e va oltre l'obiettivo stabilito originariamente. In particolare Ia maggioranza dei partecipanti alla consultazione ritiene che allo stato attuale l'estensione della cooperazione a tutte le forme di assistenza giudiziaria (estradizione, assunzione di prove, perseguimento ed esecuzione penali in via sostitutiva) sia eccessiva.

Discriminazione delle autorità svizzere
La maggioranza dei partecipanti critica il fatto che l'avamprogetto discrimina le autorità fiscali svizzere rispetto a quelle straniere: la Svizzera dovrebbe infatti fornire all'estero dati bancari che non sono accessibili in un procedimento fiscale nazionale. In tal modo si aumenta la disparità di trattamento tra i contribuenti stranieri e quelli svizzeri.

Nella consultazione sono stati inoltre fatti rilevare problemi di competenza per il trattamento delle domande straniere di assistenza giudiziaria. A differenza di quanto avviene per la frode fiscale, il perseguimento della sottrazione di imposte dirette compete alle autorità fiscali, che attualmente non possono però ordinare misure coercitive (p. es. reperimento di documenti bancari). Ordinare misure coercitive rientra nella competenza delle autorità inquirenti, le quali tuttavia non sono competenti per il perseguimento della sottrazione di imposte dirette e quindi non dispongono neppure delle necessarie competenze specialistiche.

Soltanto una minoranza dei partecipanti sostiene l'avamprogetto e lo ritiene una pietra miliare per la piazza lavorativa e finanziaria svizzera o un passo dovuto da tempo verso una strategia coerente per l'emersione del denaro non dichiarato. Secondo le autorità inquirenti l'estensione dell'assistenza giudiziaria ai reati fiscali agevola la lotta contro la criminalità economica transfrontaliera e dimostra che la Svizzera non intende più tollerare la sottrazione d'imposta come trasgressione di poco conto.

Una normativa omogenea
Numerosi partecipanti hanno chiesto la sospensione dell'avamprogetto fino alla conclusione della revisione del diritto penale fiscale, che verrà posta in consultazione in primavera. Pertanto il Consiglio federale ha deciso di rinviare momentaneamente l'avamprogetto per poterlo rielaborare alla luce dei risultati della summenzionata procedura di consultazione. Inoltre armonizzerà l'avamprogetto con l'attuazione delle Raccomandazioni rivedute sul riciclaggio di denaro del Gruppo d'azione finanziaria (GAFI). Questa strategia permette da un lato di coordinare e regolamentare in modo omogeneo il perseguimento nazionale e internazionale dei reati fiscali e dall'altro di evitare un eccessivo ritardo nell'adeguamento dell'assistenza giudiziaria all'assistenza amministrativa.


Indirizzo cui rivolgere domande

Offner, Ufficio federale di giustizia (UFG), T +41 31 322 53 67



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ufficio federale di giustizia
http://www.bj.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-47839.html