Modifica dell’ordinanza sulle borse

Berna, 29.06.2011 - In futuro, a determinate condizioni i commercianti per conto proprio esteri non sottoposti a sorveglianza potranno diventare membri della Borsa svizzera come i commercianti per conto proprio nazionali. In occasione della sua seduta odierna il Consiglio federale ha adeguato di conseguenza l’ordinanza sulle borse, che entrerà in vigore il 1° agosto 2011.

I commercianti per conto proprio, vale a dire i commercianti di valori mobiliari che, a corto termine, negoziano professionalmente ed esclusivamente per conto proprio, nell'UE non sono più sottoposti alle autorità di sorveglianza. Tuttavia essi sono autorizzati ad essere membri delle Borse europee. Secondo l'attuale situazione giuridica, a seguito della mancanza di sorveglianza non possono quindi più diventare membri di una Borsa svizzera. Questa situazione costituisce uno svantaggio concorrenziale per le Borse svizzere che pregiudica la competitività della piazza finanziaria nazionale. Per colmare questa lacuna, l'ordinanza sulle borse viene modificata nel senso che i commercianti per conto proprio esteri saranno autorizzati a essere membri di una Borsa svizzera anche se non sono sottoposti a sorveglianza all'estero. Occorre tuttavia che adempiano le stesse condizioni a cui soggiacciono i commercianti per conto proprio svizzeri che intendono diventare membri di una Borsa svizzera.

Nell'indagine conoscitiva condotta fino al 1° giugno 2011 presso gli ambienti interessati, l'adeguamento è stato accolto favorevolmente. La nuova ordinanza sulle borse entrerà in vigore il 1° agosto 2011.


Indirizzo cui rivolgere domande

Roland Meier, portavoce del DFF, tel. +41 31 322 60 86, roland.meier@gs-efd.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DFF
http://www.efd.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-39895.html