Eveline Widmer-Schlumpf e Johann Schneider-Ammann designati nel Comitato direttivo del Governo elettronico in Svizzera

Berna, 05.11.2010 - I consiglieri federali Eveline Widmer-Schlumpf e Johann Schneider-Ammann sono stati designati nuovi rappresentanti della Confederazione in seno al Comitato direttivo del Governo elettronico in Svizzera. In occasione della sua seduta di ieri il Comitato direttivo, presieduto dalla ministra delle finanze Eveline Widmer-Schlumpf, ha preso conoscenza dell’utilità dei progetti prioritari. In vista del rinnovamento della Convenzione quadro, il Comitato direttivo intende accelerare i tempi per la realizzazione del Governo elettronico. A questo scopo la Confederazione dovrà rivestire un ruolo dirigenziale più energico, senza di-spensare i Cantoni dalla loro responsabilità operativa.

A seguito dei cambiamenti nella compagine governativa si rende necessario rioccupare i posti divenuti vacanti in seno al Comitato direttivo del Governo elettronico. In veste di nuovo capo del Dipartimento federale delle finanze (DFF), la consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf subentra alla presidenza ad Hans-Rudolf Merz. Il consigliere federale Johann Schneider-Ammann è stato designato dal Governo nuovo rappresentante della Confederazione, al posto della consigliera federale Doris Leuthard che, con il suo passaggio al Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC), ha rassegnato le dimissioni dal Comitato direttivo. Il Comitato direttivo ringrazia i membri dimissionari per il loro impegno a favore del Governo elettronico in Svizzera. La Cancelliera della Confederazione, Corina Casanova, rimane membro del Comitato direttivo quale terzo rappresentante della Confederazione. Nella sua nuova composizione, il Comitato direttivo ha preso conoscenza ieri dello stato di attuazione del progetto di Governo elettronico in Svizzera e ha incaricato la segreteria di stabilire l’ulteriore modo di procedere dopo il 2011.

Utilità dei progetti prioritari

Al fine di rilevare l’utilità dei progetti prioritari, nell’estate del 2010 la segreteria del Governo elettronico in Svizzera ha effettuato, mediante una scala dei benefici, una valutazione presso le organizzazioni responsabili. I risultati dimostrano che i progetti prioritari contribuiscono molto al miglioramento qualitativo dell’infrastruttura di base del Governo elettronico e all’ammodernamento dell’Amministrazione. Il potenziale di sfruttamento maggiore è ravvisabile in procedure amministrative più rapide ed efficienti, oltre che nell’ammodernamento di sistemi ottenuto attraverso nuove tecnologie TIC e web. Anche la qualità dei dati e dei servizi è migliorata notevolmente. Il 40 per cento dei progetti offre già prestazioni di base quali l’identificazione mediante la SuisseID e il rispetto degli standard eCH. Il rapporto concernente la valutazione mediante scala dei benefici sarà pubblicato a fine novembre 2010 sul sito del Governo elettronico in Svizzera.

Rinnovo della Convenzione quadro dopo il 2011

La Convenzione quadro di diritto pubblico concernente la collaborazione nell'ambito del Governo elettronico in Svizzera è stata adottata dal Consiglio federale e dalla Conferenza dei Governi cantonali (CdC) ed è valida fino a fine 2011. Per garantire la continuità e l’attuazione della strategia di Governo elettronico in Svizzera, attualmente in pieno corso, il Comitato direttivo ha incaricato la segreteria di elaborare varianti per il rinnovo della Convenzione quadro e di presentargliele entro la primavera del 2011. Con le varianti si intende accelerare i tempi di realizzazione del Governo elettronico e in particolare rafforzare il ruolo dirigenziale della Confederazione, senza dispensare i Cantoni dalla loro responsabilità operativa.

 


Indirizzo cui rivolgere domande

Stephan Röthlisberger, Segreteria Governo elettronico in
Svizzera, tel. 031 324 79 10


Pubblicato da

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-36078.html