Avvio della procedura di consultazione relativa alla modifica della legge sugli embarghi

Berna, 18.06.2010 - Il 18 giugno 2010 il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione concernente la modifica della legge sugli embarghi. Con il presente progetto si potrà garantire un'esecuzione efficace dell'assistenza amministrativa internazionale in materia di embarghi. Inoltre si devono adeguare il campo d'applicazione delle misure coercitive e le disposizioni penali allo scopo di migliorare l'applicazione delle sanzioni internazionali. La procedura di consultazione durerà fino al 11 ottobre 2010.

La legge federale sull'applicazione di sanzioni internazionali (Legge sugli embarghi, LEmb) è in vigore dal 1° gennaio 2003. La legge in linea di massima si è rivelata efficace e offre una solida base per l'attuazione in Svizzera di decisioni sanzionatorie internazionali. Tuttavia, nell'applicazione pratica della LEmb si è sentito il bisogno di un adeguamento di diverse disposizioni.

La Svizzera è molto interessata a un corretto funzionamento della cooperazione transfrontaliera relativa all'applicazione di misure sanzionatorie a livello internazionale. Con la revisione si potrà garantire un'esecuzione efficace dell'assistenza amministrativa internazionale in materia di embarghi. In passato, in alcuni casi, mediante l'esaurimento delle vie di ricorso interne le aziende erano riuscite a impedire la tempestiva trasmissione all'estero di importanti informazioni. In tal modo non era stato possibile raggiungere gli obiettivi e gli scopi dell'assistenza amministrativa. La LEmb deve quindi essere completata con una disposizione che escluda la protezione giuridica in caso di trasmissione all'estero di informazioni colpite da sanzioni.

Con il progetto si deve inoltre ampliare il campo di applicazione delle misure coercitive. Per esempio, le azioni commesse all'estero devono, a determinate condizioni, essere soggette alle disposizioni della LEmb. Verrà inoltre proposta una serie di modifiche delle disposizioni penali. Le comminatorie in caso di inosservanza saranno inasprite e, contemporaneamente alla punibilità delle persone fisiche, deve essere introdotta la punibilità delle aziende. In futuro i reati dovranno essere soggetti alla giurisdizione penale federale e il perseguimento penale trasferito al Ministero pubblico della Confederazione. La legge sul materiale bellico, la legge sul controllo dei beni a duplice impiego e la legge sull'energia nucleare devono pure essere adeguate, data la loro affinità materiale con la legge sugli embarghi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-33772.html