Lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo

Berna, 18.06.2009 - La Svizzera ha deciso di mettere a disposizione 5 milioni di dollari USA per aiutare i Paesi più poveri a istituire solidi meccanismi di controllo per la lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. L’attuazione avviene per il tramite di un’iniziativa multidonatori globale del Fondo monetario internazionale (FMI). La Svizzera è il principale donatore nell’ambito di questa iniziativa e ha contribuito notevolmente al suo sviluppo.

Il fondo fiduciario tematico del FMI, con un volume complessivo di circa 30 milioni di dollari USA per gli anni 2009-2013, permette il finanziamento dell'assistenza tecnica. I Paesi più poveri ricevono un sostegno per adeguare le loro disposizioni nazionali alla lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo e per portare i sistemi di controllo al livello degli standard minimi riconosciuti. Ciò costituisce un presupposto di base per una maggiore integrazione dei Paesi partner nel mercato finanziario, rafforza la loro governance economica e promuove l'integrità del sistema finanziario internazionale.

Oltre alla Svizzera partecipano all'iniziativa anche Norvegia, Giappone, Arabia Saudita, Qatar, Corea del Sud, Gran Bretagna, Lussemburgo e Francia. La Svizzera ha contribuito notevolmente allo sviluppo dell'iniziativa e nel 2009 ha assunto la presidenza del comitato direttivo.

Il contributo svizzero costituisce parte integrante dei provvedimenti economici e politico-commerciali autorizzati dal Parlamento nel dicembre 2008 nell'ambito della cooperazione allo sviluppo. La Svizzera ha partecipato, in qualità di membro fondatore della Financial Action Task Force, allo sviluppo degli standard minimi per la lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo ed è attiva a livello globale nella lotta contro la criminalità finanziaria internazionale. La Svizzera possiede un efficace dispositivo di lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo e dispone di uno dei più efficienti sistemi a livello mondiale per la restituzione dei fondi di potentati. Con questo contributo al fondo fiduciario del FMI la Svizzera sottolinea il suo impegno nel consolidare la stabilità e l'integrità del sistema finanziario globale.


Indirizzo cui rivolgere domande

Monica Rubiolo, Segreteria di Stato dell'economia (SECO),
Settore Cooperazione e sviluppo economici,
Sostegno macroeconomico
Tel. + 41 31 324 07 85

Patricia Steck, Amministrazione federale delle finanze (AFF),
Questioni finanziarie internazionali e politica monetaria,
sezione Politica contro la criminalità finanziaria internazionale
Tel. +41 31 324 75 52


Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Amministrazione federale delle finanze
http://www.efv.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-27523.html