L’ufficio federale della cultura promuove l’ultimazione dei film per il cinema

Berna, 15.05.2008 - I film possono essere proiettati nei cinema se adempiono i presupporti tecnici necessari. Tuttavia ai cineasti mancano spesso i fondi. L’Ufficio federale della cultura (UFC) promuove perciò in un progetto pilota lo sfruttamento commerciale professionale nei cinema di film svizzeri, girati senza grande sostegno e che dispongono di un elevato potenziale cinematografico.

Il progetto pilota per i film underground inizia nell’estate del 2008 e dura fino alla fine del 2009. Il suo obiettivo consiste nel promuovere da cinque a sette film con un importo massimo di 50 000 franchi per film. Da luglio 2008 l’UFC propone quattro scadenze annue in cui i produttori cinematografici possono chiedere un sostegno per il trasferimento su copie adeguate per le sale cinematografiche, l’elaborazione della luce e del suono, il montaggio per la versione cinematografica o altre misure. Vengono sostenuti i lungometraggi di fiction e i documentari. Lo sfruttamento nei cinema deve essere già stabilito in modo vincolante con un accordo di licenza o un contratto di garanzia di una società di distribuzione.

Con questo nuovo strumento di promozione l’UFC rafforza la produzione cinematografica indipendente in Svizzera e fornisce un contributo alla pluralità e alla qualità dell’offerta cinematografica. La nuova promozione completa l’attuale promozione alla realizzazione della Confederazione. Il progetto verrà valutato alla fine del 2009.


Indirizzo cui rivolgere domande

Anna Imfeld, sostituta della responsabile della Comunicazione, Ufficio federale della cultura (UFC), tel. 031 322 92 34, anna.imfeld@bak.admin.ch, www.bak.admin.ch


Pubblicato da

Ufficio federale della cultura
http://www.bak.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-18783.html