Abbassamento dell’età di protezione dei giovani e nuova ordinanza sulla protezione dei giovani lavoratori

Berna, 28.09.2007 - Il 28 settembre 2007 il Consiglio federale ha approvato la nuova ordinanza sulla protezione dei giovani lavoratori. L’ordinanza entrerà in vigore il 1° gennaio 2008, in concomitanza con l’abbassamento dell’età di protezione dei giovani da 19 e 20 a 18 anni.

La nuova ordinanza sulla protezione dei giovani lavoratori (ordinanza 5 concernente la legge sul lavoro, OLL 5) intende proteggere la salute e la sicurezza dei lavoratori di età inferiore a 18 anni. Questo obiettivo riguarda i giovani in formazione, i giovani lavoratori e quelli che lavorano durante il tempo libero per arrotondare le loro entrate. Il 28 settembre 2007 il Consiglio federale ha approvato l'ordinanza sulla protezione dei giovani lavoratori, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2008, in concomitanza con la decisione del Parlamento di abbassare l'età di protezione dei giovani che è disciplinata dalla legge sul lavoro.

Nel 2003, durante la prima consultazione relativa all'ordinanza sulla protezione dei giovani lavoratori, la maggior parte dei Cantoni e numerosi partiti e associazioni avevano richiesto l'abbassamento dell'età di protezione da 19 e 20 a 18 anni. Nel giugno 2006, il Parlamento ha deciso l'abbassamento dell'età di protezione con la revisione dell'art. 29 cpv. 1 della legge sul lavoro. Tale decisione ha reso necessaria una rielaborazione del progetto di ordinanza del 2003. In particolare, sono state notevolmente semplificate la regolamentazione del lavoro dei giovani sotto i 13 anni e la procedura di autorizzazione per il lavoro notturno e domenicale fino ai 18 anni.

Per i giovani di età inferiore a 15 anni vige il principio generale del divieto di lavoro. A determinate condizioni, i giovani con meno di 15 anni possono lavorare in occasione di manifestazioni culturali, artistiche, sportive e pubblicitarie. Per l'esercizio di tali attività non è previsto l'obbligo di richiedere un permesso, ma solo un obbligo di notifica.

I lavori pericolosi sono per principio vietati ai giovani. Vi sono tuttavia possibili eccezioni nell'ambito della formazione professionale di base. Le attività che sono considerate pericolose devono essere elencate in un'ordinanza dipartimentale.

Per i lavoratori che hanno meno di 18 anni il lavoro notturno e domenicale è autorizzato soltanto se necessario al raggiungimento degli obiettivi di una formazione professionale di base. La concessione di permessi individuali dovrebbe tuttavia costituire un'eccezione dato che una seconda ordinanza dipartimentale concernente l'OLL 5 stabilirà per quali professioni e in che misura è ammesso il lavoro notturno e domenicale.

Con un disciplinamento chiaro e restrittivo delle condizioni di autorizzazione per il lavoro notturno e domenicale è stata cosí mantenuta la promessa del Consiglio federale di emanare migliori misure protettive concomitanti all'abbassamento dell'età di protezione. Un chiaro disciplinamento delle competenze tra Confederazione e Cantoni avrà parimenti come effetto una migliore protezione dei giovani lavoratori.


Indirizzo cui rivolgere domande

Christiane Aeschmann, responsabile Protezione dei lavoratori, tel. 031 322 29 45



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/start/dokumentation/medienmitteilungen.msg-id-14871.html