Voto elettronico

Nel 2000 il Parlamento ha deciso di avviare i lavori preparatori in vista dell'introduzione del voto elettronico in Svizzera. Dopo oltre 200 test coronati da successo anche sotto il profilo della sicurezza, il Consiglio federale propone ora di chiudere la fase di sperimentazione per passare all'introduzione generalizzata del voto elettronico. L'introduzione e lo svolgimento del voto elettronico restano comunque di competenza dei Cantoni. Come accaduto sinora, ogni tappa del percorso che porterà all'introduzione generalizzata necessiterà di un'apposita base legale che dovrà essere adottata dal Parlamento federale e da quelli cantonali e sarà sottoposta a referendum facoltativo. Alla luce del fatto che il progetto in questione ha dato luogo a un ampio dibattito nel mondo politico e nei media, la Cancelleria federale ritiene opportuno pronunciarsi riguardo ai principali interrogativi sollevati.

Voto elettronico sicuro in Svizzera

Come funziona il voto elettronico? È sicuro votare per via elettronica? Il filmato della Cancelleria federale illustra le misure attuate per un voto elettronico sicuro in Svizzera. 

Conferenza stampa del Consiglio federale

« Gli elettori potranno scegliere se votare per via elettronica, per corrispondenza o rendendosi personalmente alle urne »

Con queste parole si è espresso davanti ai media il cancelliere federale Walter Thurnherr il 27. 06.2018 in merito alla decisione del Consiglio federale.

Comunicati stampa

27.06.2018

Voto elettronico quale canale di voto ordinario: il Consiglio federale prevede una consultazione per l’autunno 2018

Nella seduta del 27 giugno 2018 il Consiglio federale ha preso atto del rapporto finale «Gruppo di esperti sul voto elettronico», che gli è servito da base per condurre una discussione sul voto elettronico e definire le prossime tappe. Prevede di aprire una consultazione nel corso del secondo semestre 2018 per fare in modo che il voto elettronico diventi il terzo canale di voto ordinario.

28.04.2017

E-government Svizzera: il Comitato direttivo stanzia ulteriori fondi per il voto elettronico

Nella seduta del 26 aprile 2017 il Comitato direttivo dell’organizzazione e-governement Svizzera ha deciso di stanziare ulteriori fondi per lo sviluppo del canale di voto elettronico. Per il 2017 nelle Linee guida vengono dunque messi a disposizione 0,53 milioni di franchi in più. Il Comitato direttivo ha inoltre approvato il rapporto annuale 2016 della Segreteria.

05.04.2017

Il Consiglio federale stabilisce le prossime tappe per l’estensione del voto elettronico

Durante la seduta del 5 aprile 2017 il Consiglio federale ha stabilito le prossime tappe per l’introduzione su scala nazionale del voto elettronico. Si tratta soprattutto di misure per migliorare la trasparenza (pubblicazione dei codici fonte) e del passaggio dall’attuale fase sperimentale a un utilizzo generalizzato.

Link

Il dossier di e-Government sul voto elettronico

Il voto elettronico appartiene ai progetti strategici di E-Government Svizzera. Le scopo dei Cantoni e della Confederazione è quello di introdurre il voto elettronico generalizzato. 


Contesto attuale

Conferenza stampa del Consiglio federale

"La proposta del Consiglio federale intende dare un segnale in favore dei diritti politici del 21esimo secolo".

Con queste parole si è espresso davanti ai media il cancelliere federale Walter Thurnherr il 5 aprile 2017 in merito alla decisione del Consiglio federale.

Ultima modifica 03.07.2018

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/dossiers/E-Voting.html