Il Consiglio federale ribadisce che un settore finanziario sostenibile rappresenta un’opportunità per la Svizzera

Berna, 06.12.2019 - Nella sua seduta del 6 dicembre 2019, il Consiglio federale ha nuovamente discusso il tema della sostenibilità nel settore finanziario. Ha preso conoscenza degli sviluppi in questo ambito e incaricato il Dipartimento federale delle finanze (DFF) di esaminare, in stretta collaborazione con l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), la necessità di intervenire sulla normativa in materia di trasparenza e analisi dei rischi. L’Esecutivo ritiene che una piazza finanziaria sostenibile rappresenti una grande opportunità per la Svizzera. Intende creare le condizioni quadro necessarie per consentire alla piazza finanziaria svizzera di essere competitiva sul piano delle finanze sostenibili.

Nel quadro della sua seduta del 26 giugno 2019 concernente una piazza finanziaria svizzera sostenibile, il Consiglio federale ha istituito un gruppo di lavoro interno, incaricandolo di chiarire diversi aspetti in questo settore. Sotto la guida della Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali (SFI) e in stretta collaborazione con l’UFAM e altre autorità come il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) e la Segreteria di Stato dell’economia (SECO), il gruppo di lavoro si consulterà anche con gli attori del settore e gli organismi esterni interessati. Tra i compiti del gruppo di lavoro rientra tra l’altro quello di esaminare la questione della regolamentazione del mercato finanziario nell’ottica della sostenibilità.

Le eventuali misure d’intervento devono tenere conto dei seguenti obiettivi sovraordinati: rafforzare la competitività della piazza finanziaria svizzera, segnatamente migliorare la sua capacità di soddisfare la richiesta di prodotti finanziari sostenibili, e raggiungere gli obiettivi climatici. A tal fine il Consiglio federale ha quindi incaricato il DFF di approfondire i seguenti punti concentrandosi sui rischi e sugli effetti climatici e ambientali: 1. l’obbligo di pubblicare sistematicamente informazioni rilevanti e comparabili per i clienti, i proprietari e gli investitori; 2. il rafforzamento della certezza del diritto in relazione agli obblighi di diligenza; 3. la presa in considerazione dei rischi e degli effetti climatici e ambientali in tutte le questioni inerenti alla stabilità dei mercati finanziari.

La politica del Consiglio federale in materia di sostenibilità finanziaria si fonda sui principi orientati alla sussidiarietà delle attività dello Stato e al primato di soluzioni basate sull’economia di mercato. L’esame delle questioni sopra citate dovrà tenere conto di questi principi. Nella primavera del 2020 il gruppo di lavoro presenterà le sue conclusioni relative agli effetti del piano d’azione dell’UE concernente le finanze sostenibili sulla piazza finanziaria svizzera e farà un bilancio delle misure adottate dal settore pubblico e da quello finanziario.


Indirizzo cui rivolgere domande

Mario Tuor, responsabile Comunicazione,
Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI,
tel. +41 58 481 34 96, mario.tuor@sif.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa/comunicati-stampa-consiglio-federale.msg-id-77424.html