Il presidente della Confederazione Cassis e la consigliera federale Sommaruga alla 27a Conferenza dell’ONU sul clima

Berna, 04.11.2022 - Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis e la consigliera federale Simonetta Sommaruga rappresenteranno la Svizzera alla 27a Conferenza dell’ONU sul clima (COP27) che si terrà dal 7 al 18 novembre 2022 a Sharm el-Sheik in Egitto. La Conferenza sarà incentrata soprattutto su come si possa mantenere realizzabile l’obiettivo previsto dall’Accordo di Parigi sul clima, che chiede di limitare l’aumento della temperatura globale a un massimo di 1,5 gradi centigradi. A questo scopo si rende necessario un incisivo programma di lavoro per la protezione del clima che induca ad agire i Paesi e i settori con le emissioni più elevate. Alla COP27 la Svizzera sosterrà inoltre investimenti globali per la protezione climatica.

Alla COP27 saranno prese decisioni sull’attuazione dell’Accordo di Parigi. Un tema importante sarà il modo in cui i Paesi potranno attuare entro il 2030 i loro rispettivi obiettivi climatici presentati nell’ambito dell’Accordo di Parigi in modo da permettere il raggiungimento dell’obiettivo di 1,5 gradi. Si discuterà inoltre su come i Paesi possano adattarsi meglio alle conseguenze del cambiamento climatico. È pure prevista l’adozione di regole di attuazione per il meccanismo di mercato deciso nel quadro della COP26. Con questo meccanismo i Paesi possono implementare progetti di protezione del clima all’estero e far sì che le riduzioni di emissioni ottenute siano contabilizzate nel conteggio del proprio obiettivo climatico.

In programma vi sono anche i colloqui su un nuovo obiettivo di finanziamento congiunto per sostenere le misure di protezione del clima nei Paesi in sviluppo dal 2025. Si tratta di chiarire come tali Paesi possano essere sostenuti nei loro sforzi di adattamento e nella gestione delle perdite e dei danni causati dai cambiamenti climatici.

La Svizzera favorevole a un programma di lavoro incisivo per la protezione del clima  

Alla COP27 la Svizzera sosterrà un programma di lavoro incisivo per la protezione del clima, che porti a decisioni concrete in questo ambito e si concentri sui Paesi e sui settori con le emissioni più elevate. La Svizzera si impegnerà inoltre affinché gli investimenti nella protezione del clima vengano rafforzati a livello mondiale e tutti i Paesi che ne sono in grado forniscano il loro sostegno. Anche l’economia dovrebbe fare la sua parte. I flussi finanziari dovrebbero essere improntati al rispetto del clima.

Lunedì 7 novembre il presidente della Confederazione Cassis terrà un discorso all’evento di apertura ad alto livello della COP27 e in seguito prenderà parte a una discussione sulla sicurezza alimentare e sul clima. Aprirà inoltre il padiglione della Camera di commercio svizzero-egiziana.

L’arrivo della consigliera federale Sommaruga alla COP27 è previsto per il 16 novembre. Con i ministri dell’ambiente degli altri Paesi parteciperà ai negoziati a livello ministeriale e al processo decisionale della Conferenza. La consigliera federale Sommaruga dirigerà inoltre l’incontro dell’Environmental Integrity Group. Presieduto alla Svizzera, questo gruppo ingloba anche Corea del Sud, Liechtenstein, Messico e Monaco.

Venerdì 4 novembre il presidente della Confederazione Ignazio Cassis si recherà in Grecia, dove aprirà il Trilateral Commission European Meeting insieme alla presidente greca Katerina Sakellaropoulou. Ad Atene, personalità del mondo economico, politico e scientifico discuteranno di temi di attualità legati alla politica mondiale.

Il presidente della Confederazione si recherà in seguito negli Emirati arabi uniti. Domenica 6 novembre parteciperà infatti al Sir Bani Yas Forum, una piattaforma di dialogo volta a promuovere la pace, la sicurezza e la stabilità in Medio Oriente. Ignazio Cassis sarà accompagnato nel suo viaggio dalla consigliera nazionale Maja Riniker (PLR/AG) e dal consigliere nazionale Marco Romano (Centro/TI).


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-91205.html