La SECO facilita le domande online per i pagamenti arretrati dell'indennità per lavoro ridotto

Berna, 20.06.2022 - Le imprese che nel 2020 e 2021 hanno conteggiato l'indennità per lavoro ridotto (ILR) secondo la procedura sommaria possono presentare una domanda di riesame del loro diritto all'ILR per quel periodo. Secondo una decisione del Consiglio federale è lecito far valere un’indennità per vacanze e giorni festivi per i collaboratori con salario mensile. Le aziende possono presentare domanda sul portale lavoro.swiss con l'apposito eService, dal prossimo 7 luglio.

Secondo la sentenza del Tribunale federale del 17 novembre 2021, nel calcolo dell’indennità per lavoro ridotto (ILR) per i collaboratori con salario mensile la procedura di conteggio sommaria deve includere l’indennità per vacanze e giorni festivi. L'11 marzo 2022 il Consiglio federale ha pertanto deciso che le aziende possono richiedere i pagamenti arretrati dell'ILR per gli anni 2020 e 2021. Il Parlamento ha approvato il relativo credito aggiuntivo nella sessione estiva 2022.

Come annunciato a marzo, ora la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) sta approntando una soluzione tecnica: a partire dal 7 luglio 2022 la SECO offrirà un eService per l'elaborazione elettronica delle domande di ILR in arretrato su lavoro.swiss, il portale dell'assicurazione contro la disoccupazione (AD) e del servizio pubblico di collocamento. La registrazione, necessaria, può essere effettuata da subito. Le domande possono essere presentate online fino al 31 ottobre 2022.

A partire dalla fine di giugno, la SECO informerà le aziende in questione sulle modalità di presentazione della domanda e sulla documentazione da allegare.

Per assistere le aziende la SECO offre inoltre un'infoline sul tema, con un modulo di contatto e una hotline telefonica. Tutte le informazioni necessarie sono disponibili su lavoro.swiss, sotto «Indennità per lavoro ridotto» / «Pagamento arretrato».


Indirizzo cui rivolgere domande

Fabian Maienfisch, Chef suppléant de la Communication et porte-parole SECO, tél. +41 58 462 40 20



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-89336.html