Philip Jaffé eletto per un secondo mandato nel Comitato ONU per i diritti del fanciullo

Berna, 06.06.2022 - Il professore Philip D. Jaffé è stato rieletto nel Comitato per i diritti del fanciullo per il periodo 2023-2027. Il Comitato, composto di 18 esperte ed esperti indipendenti, ha il compito di vigilare sull’applicazione della Convenzione dell’ONU sui diritti del fanciullo. L’elezione da parte degli Stati parte alla Convenzione si è tenuta a New York il 6 giugno 2022.

«Al centro dei diritti umani ci sono i diritti dei più piccoli. Mi impegno a lavorare insieme a tutte le parti interessate affinché diventino realtà per tutti i bambini e tutte le bambine», ha affermato il professor Jaffé all’annuncio della sua rielezione. Professore ordinario alla Facoltà di psicologia e di scienze dell’educazione dell’Università di Ginevra, è stato eletto in seno al Comitato per la prima volta nel 2018 per il periodo 2019-2022.

Presidente del gruppo di lavoro sui diritti dell’infanzia e l’ambiente

Durante il suo primo mandato, Philip Jaffé ha messo le sue conoscenze, le sue competenze dirigenziali e la sua sensibilità al servizio del Comitato. È diventato un attore importante di questo organo specialistico favorendo notevolmente uno spirito di cooperazione costruttivo.

Durante il suo secondo mandato, Philip Jaffé intende contribuire ulteriormente a rafforzare il ruolo globale della Convenzione sui diritti del fanciullo (CRC) e a dinamizzarne la strategia di comunicazione. La sua funzione di vicepresidente del focal point Media gli fornirà gli strumenti necessari per raggiungere tali obiettivi. Presidente del gruppo di lavoro sui diritti dell’infanzia e l’ambiente, desidera inoltre aumentare la visibilità di queste tematiche emergenti.

Di origini svizzere e americane, nato a Trinidad e Tobago e cresciuto in Kenya, il professore si distingue per una spiccata sensibilità interculturale. Questa qualità gli permette di sostenere al meglio l’universalità della CRC, nel rispetto della diversità e della ricchezza culturale degli Stati parte. In proposito il professor Jaffé ha dichiarato: «Alcuni pensano forse che la CRC sia solo un documento. Per me è molto viva e al servizio dei due miliardi di bambini e bambine nel mondo».

La Confederazione ha ratificato la Convenzione nel febbraio del 1997

La promozione e la protezione dei diritti dell’infanzia costituiscono una priorità per la Svizzera. Dal 1997 il Paese si impegna considerevolmente a favore dei diritti dei bambini e delle bambine e sostiene il rafforzamento dei diversi organi dei trattati dell’ONU. La forza e l’efficacia di questi organi risiedono anche nella professionalità e nella rettitudine dei loro membri. Di conseguenza, la Confederazione è lieta di aver presentato e sostenuto la candidatura di Philip Jaffé.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE


Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-89120.html