Conferenza internazionale sulla riduzione del rischio di catastrofi a Bali: la Svizzera mette l’accento sulla prevenzione e sulla preparazione

Berna, 24.05.2022 - Dal 23 al 28 maggio 2022 la Svizzera partecipa alla Piattaforma globale per la riduzione del rischio di catastrofi, la più grande conferenza internazionale sul tema che quest’anno si svolge a Bali, in Indonesia. Delegati di governi ed esperti provenienti dall’economia privata, dal mondo scientifico e dalla società civile discuteranno delle politiche globali per prevenire disastri e situazioni di emergenza. La conferenza coinvolge gli Stati, il sistema delle Nazioni Unite e gruppi di interesse allo scopo di accelerare la riduzione del rischio di catastrofi e far progredire la realizzazione degli obiettivi del Quadro di Sendai 2015–2030 e dell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile.

Dal 23 al 28 maggio 2022 si svolge a Bali la più grande conferenza sulla prevenzione del rischio di catastrofi. La conferenza è promossa dall’Ufficio delle Nazioni Unite per la riduzione del rischio di disastri (UNDRR) e si svolgerà sotto l’egida del Governo indonesiano.

L’aumento delle catastrofi e delle emergenze richiede un’azione congiunta
Un’azione congiunta e contromisure efficaci sono essenziali per prevenire situazioni di emergenza e di sofferenza. La riduzione del rischio di catastrofi è una strategia efficace dal punto di vista finanziario, sociale ed economico. Per questo motivo, a Bali la Svizzera metterà l’accentosugli investimenti nell’ambito della prevenzione e della preparazione e su una migliore e differenziata valutazione dei rischi.

Uffici federali e gruppi di interesse ampiamente rappresentati

Una parte della delegazione svizzera assisterà alla conferenza in loco, un’altra parte vi parteciperà in collegamento virtuale. Oltre che dal DFAE e dalla DSC, la delegazione è composta da membri dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), dell’Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP), di MeteoSvizzera e della Segreteria di Stato dell’economia (SECO), nonché da rappresentanti della Piattaforma nazionale «Pericoli naturali» (PLANAT) e del Comitato direttivo Intervento pericoli naturali (LAINAT), da personalità della società civile, del mondo scientifico e del settore privato, e da una rappresentanza dei giovani.

La conferenza internazionale sulla riduzione del rischio di catastrofi si svolge dal 2007 e la Svizzera ne è un importante pilastro. Finora cinque delle sette conferenze presiedute dal nostro Paese si sono tenute a Ginevra, l’ultima nel maggio del 2019.

Un quadro d’azione definito congiuntamente
La conferenza si basa su un quadro d’azione definito congiuntamente, il Quadro di Sendai 2015–2030 («Sendai Framework for Disaster Risk Reduction 2015–2030»). Il suo obiettivo è mobilitare le risorse, monitorare l’attuazione dell’accordo sul quadro d’azione di Sendai e fungere da piattaforma per lo scambio di esperienze e conoscenze tra i vari attori coinvolti.

Risultati
I risultati della conferenza di Bali confluiranno nelle discussioni del Forum politico di alto livello delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile che si terrà a New York nel luglio del 2022. La conferenza sarà anche l’occasione per svolgere il bilancio intermedio relativo all’attuazione del quadro d’azione, i cui risultati dovrebbero portare a una dichiarazione politica degli Stati a New York nella primavera del 2023.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-88994.html