Carico di generi alimentari forniti dalla Svizzera giunto a Odesa

Berna, 08.04.2022 - La Svizzera sta organizzando una serie di spedizioni di cibo per aiutare la popolazione civile in Ucraina in grave difficoltà. Ieri un carico ha raggiunto Odesa, che conta oltre un milione di abitanti e deve approntare scorte alimentari sufficienti per provvedere al sostentamento degli abitanti. Gli invii umanitari, organizzati dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), sono stati attivati su richiesta delle autorità locali.

La Svizzera ha dato il via a una serie di spedizioni di generi alimentari per aiutare la popolazione in Ucraina, in grave difficoltà. Ieri la Svizzera, in collaborazione con il suo partner ucraino Astarta-Kyiv, ha consegnato un primo carico di olio, zucchero, farina, mais e latte in polvere acquistati sul mercato ucraino. La decisione di organizzare spedizioni di generi alimentari è stata presa su richiesta delle autorità della città di Odesa, che stanno lavorando per costituire riserve strategiche per garantire la distribuzione di cibo alla popolazione vulnerabile in caso di un potenziale blocco della città.

La fornitura di cibo è stata presa in consegna dal sindaco di Odesa, in presenza di una squadra del Corpo svizzero di aiuto umanitario (CSA). Dalla settimana scorsa, infatti, una squadra del CSA di stanza in Moldova si è recata più volte in Ucraina per coordinare, in collaborazione con le autorità ucraine, una serie di forniture per un totale di 1400 tonnellate di prodotti alimentari destinati a Odesa.

Queste azioni dell’Aiuto umanitario della DSC, che fa parte del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), arrivano in un momento in cui la situazione in Ucraina si sta deteriorando. Le Nazioni Unite stimano che, in tutto il Paese, vi siano dodici milioni di persone che hanno bisogno di assistenza. I combattimenti hanno costretto oltre 7,2 milioni di persone ad abbandonare le proprie case e a cercare rifugio in altre parti dell’Ucraina. Numerose regioni sono a rischio di insicurezza alimentare. Milioni di persone soffrono di carenze di acqua, cibo, cure mediche ed elettricità a causa degli attacchi alle infrastrutture civili.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE


Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-87950.html