Assicurazione contro la disoccupazione 2021: i fondi federali continuano a scongiurare l’indebitamento

Berna, 07.04.2022 - Pur chiudendo il conto annuale 2021 con una perdita di 186 milioni di franchi, l’assicurazione contro la disoccupazione (AD) ha potuto mantenere la sua funzione di stabilizzatore economico. Ciò si deve al fatto che, come anche per l’anno precedente, la Confederazione si è assunta i costi dell’indennità per lavoro ridotto (ILR), introdotta per far fronte alla crisi del coronavirus.

Il Fondo di compensazione dell’assicurazione contro la disoccupazione ha chiuso l’anno d’esercizio 2021 con entrate totali nell’ordine di 14,07 miliardi di franchi (2020: 17,40) mentre le spese si sono attestate a 14,26 miliardi di franchi (2020: 17,26). Le perdite ammontano a 186 milioni di franchi (2020: eccedenza di 145 milioni). La media annuale di disoccupati che si sono annunciati presso l’AD è stata di 137 614, pari una percentuale del 3,0% (2020: 145 720; 3,1%).

Conto annuale 2021 – Fondo tuttora senza debiti
Come l’anno precedente, la Confederazione si è assunta i 5,65 miliardi di franchi legati all’ILR. Senza questo contributo, l'AD avrebbe dovuto contrarre mutui di notevole entità. La Confederazione ha versato un contributo straordinario all’AD, per mantenere il suo ruolo di stabilizzatore economico in vista della situazione economica del 2021. Così il fondo è rimasto senza debiti.

Al momento della pubblicazione del presente comunicato stampa il conto annuale 2021 non è stato ancora revisionato dal Controllo federale delle finanze né approvato formalmente dal Consiglio federale.

La crisi COVID-19 e la guerra in Ucraina frenano la ripresa
Anche se il coronavirus rappresenta sempre meno un freno per l’economia, nel 2022 la spesa per l’AD tarderà a diminuire a causa delle incertezze derivanti dalla guerra in Ucraina che potrebbe riservare rischi ingenti per la congiuntura globale.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-87894.html