Il presidente della Confederazione Cassis riceve il presidente ungherese Áder a Neuhausen

Berna, 09.03.2022 - Mercoledì 9 marzo 2022, il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha ricevuto il presidente ungherese János Áder a Neuhausen, nel Canton Sciaffusa, per una visita di lavoro. Durante l’incontro, si è discusso l'azione militare russa in Ucraina.

Il presidente Cassis e il presidente Áder hanno discusso dell’attuale situazione in Ucraina e della grave violazione del diritto internazionale pubblico perpetrata dalla Russia. Il presidente della Confederazione e ministro degli affari esteri Ignazio Cassis ha illustrato al suo omologo la posizione della Svizzera nei confronti della Russia, chiedendo una immediata de-escalation della situazione, la cessazione delle ostilità in Ucraina e il ritiro immediato delle truppe russe dal territorio ucraino. Ha inoltre elogiato la notevole disponibilità agli aiuti che si sta manifestando sia nei Paesi limitrofi dell’Ucraina sia in Svizzera, assicurando la partecipazione della Svizzera alla solidarietà paneuropea e il sostegno agli Stati limitrofi come l’Ungheria.

In merito alla politica europea, il presidente della Confederazione ha ribadito l’intenzione della Svizzera a proseguire sulla via bilaterale con l’UE, in cui rientra il rapido sblocco del secondo contributo svizzero a favore di alcuni Stati membri dell’UE, tra cui l’Ungheria. Il presidente Cassis ha illustrato la soluzione proposta dal Consiglio federale volta a stabilire un pacchetto negoziale e ad adottare un approccio settoriale per quanto concerne le questioni istituzionali.

La scelta di accogliere il presidente ungherese a Neuhausen sottolinea l’intento del presidente della Confederazione di ricevere ospiti esteri in regioni diverse della Svizzera, al fine di rendere visibile la pluralità del nostro Paese verso l’esterno e, allo stesso tempo, di avvicinare la politica estera a tutto il territorio nazionale.

Un legame storico

Gli scambi bilaterali fra l’Ungheria e la Svizzera vantano una lunga tradizione. Sono caratterizzati, fra l’altro, dagli avvenimenti del 1956 quando, dopo la fallita rivolta contro il comunismo, circa 12 000 Ungheresi trovarono asilo in Svizzera.

Anche oggi le relazioni che legano i due Paesi sono strette e diversificate. Attualmente vivono in Svizzera circa 26 000 cittadini ungheresi, mentre sono circa 2000 i cittadini svizzeri che risiedono in Ungheria. Nel 2021 il volume degli scambi tra i due Paesi ammontava a circa 2,7 miliardi di franchi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-87525.html