Il Consiglio federale definisce le attuali priorità per la digitalizzazione

Berna, 02.02.2022 - Nella seduta del 2 febbraio 2022 il Consiglio federale ha stabilito i temi del Comitato consultivo «Svizzera digitale» per l’anno in corso. È stato inoltre informato in merito agli incontri del Comitato consultivo e alle sedute della delegazione «Digitalizzazione e TIC» che si sono svolti lo scorso anno.

Il programma attuale degli incontri del Comitato consultivo con rappresentanti dell’economia, della scienza, della politica, delle autorità e della società civile è stato elaborato tenendo conto dei mandati attribuiti dal Consiglio federale per il 2022, fra cui il rapporto concernente la promozione dell’autodeterminazione digitale e di spazi di dati affidabili, il rinnovo della strategia «Svizzera digitale» e il rapporto concernente il rafforzamento della sovranità digitale della Svizzera. Sarà inoltre necessario recuperare l’incontro riguardante la digitalizzazione nel settore della salute, che ha dovuto essere rinviato a causa della situazione pandemica.

Le priorità per l’anno in corso sono le seguenti:

•    Spazi di dati affidabili:
Incontro del Comitato consultivo presieduto dalla consigliera federale Simonetta Sommaruga. Temi: spazi di dati affidabili, conciliare l’autodeterminazione digitale e la condivisione dei dati.

•    Digitalizzazione nel settore della salute:
Incontro del Comitato consultivo presieduto dal consigliere federale Alain Berset. Temi: migliorare i flussi di dati e la gestione dei dati.

•    Strategia «Svizzera digitale»:
Incontro del Comitato consultivo presieduto dal cancelliere della Confederazione Walter Thurnherr. Temi: contributo degli attori statali alla trasformazione digitale della Svizzera; priorità e cooperazione orientata all’attuazione.

•    Swiss Internet Jurisdiction e sovranità digitale:
Incontro del Comitato consultivo presieduto dal presidente della Confederazione Ignazio Cassis. Temi in discussione: approcci per rafforzare la sovranità digitale dello Stato.

Digitalizzazione a favore della popolazione


La digitalizzazione non è fine a sé stessa. L’attenzione si concentra sull’utilità per la popolazione, le imprese e le organizzazioni, che devono avere un accesso semplice e facilmente fruibile alle prestazioni delle autorità (p. es. attraverso il portale d’informazione ch.ch, che è stato rinnovato lo scorso anno). Con prestazioni digitalizzate senza discontinuità l’Amministrazione può fornire i suoi servizi in modo migliore e più efficiente. Nel 2022 questa prospettiva sarà ancora maggiormente al centro dell’attenzione.

Per realizzare con successo la propria trasformazione digitale, la Confederazione deve lavorare maggiormente in rete. La gestione comune degli affari costituisce una base importante in questa direzione. Dall’anno scorso tutte le unità dell’Amministrazione federale utilizzano la stessa applicazione (GEVER) per la gestione dei loro affari. Grazie alla gestione elettronica uniforme degli affari ora le unità amministrative possono collaborare tra di loro senza discontinuità.

Dati e interfaccia costituiscono basi importanti

Nell’Amministrazione occorre continuare a dimostrare l’evidenza che i dati rappresentano una risorsa strategica al servizio del pubblico. L’anno scorso il Consiglio federale ha compiuto un passo importante in questo ambito adottando le basi della politica dei dati e della governance dei dati. In tal modo la Confederazione disciplina le modalità con cui l’Amministrazione utilizza e condivide i dati, sempre tenendo conto della protezione dei dati.

Le interfacce elettroniche sono un altro elemento importante della trasformazione digitale. Le autorità devono pertanto offrire prioritariamente le loro prestazioni attraverso un’interfaccia elettronica; anche la popolazione e le imprese ne trarranno beneficio. Con la cosiddetta piattaforma di interoperabilità I14Y, l’Ufficio federale di statistica sta allestendo un pertinente elenco pubblico. I clienti vi trovano tutte le prestazioni delle autorità pubbliche e le interfacce elettroniche dell’Amministrazione federale riunite in un unico luogo.

Nell’Amministrazione la strada è tracciata


Il 2021 è stato un anno in cui sono state poste le basi della trasformazione digitale nell’Amministrazione. In seno alla Cancelleria federale è stato istituito il nuovo settore «Trasformazione digitale e governance delle TIC (TDT)». La digitalizzazione è un tema importante a tutti i livelli della Confederazione e viene trattata con sistematicità.

L’anno scorso la delegazione del Consiglio federale «Digitalizzazione e TIC» si è occupata prioritariamente dell’identità elettronica, dell’interazione tra digitalizzazione e federalismo e della digitalizzazione nel settore della salute. Queste priorità si sono riflesse anche negli incontri del Comitato consultivo nel 2021. Tuttavia, l’incontro sulla digitalizzazione nel settore della salute ha dovuto essere rinviato a causa della situazione pandemica. Il progetto di identità elettronica è di particolare importanza per la Confederazione, i Cantoni e i Comuni. Con un ampio coinvolgimento delle cerchie interessate sono state poste le basi per un’identità elettronica statale.
Per rendere la trasformazione digitale più rapida ed efficace ai tre livelli dello Stato la Confederazione, i Cantoni e i Comuni hanno istituito la nuova organizzazione «Amministrazione digitale Svizzera» (ADS), che coordina strettamente la sua attività con quella del settore TDT. Le Amministrazioni svizzere collaborano con ADS affinché la popolazione tragga profitto dalla digitalizzazione. In tale ambito un’altra organizzazione importante è il Centro nazionale per la cibersicurezza (NCSC), il centro di competenza della Confederazione per la sicurezza informatica e il primo interlocutore per l’economia, l’Amministrazione, gli istituti di formazione e la popolazione per domande riguardanti attacchi informatici e sicurezza informatica.

Delegazione del Consiglio federale e incontri del Comitato consultivo

Nel quadro della riorganizzazione della trasformazione digitale e della governance delle TIC (TDT) nell’Amministrazione federale, nella seduta del 25 novembre 2020 il Consiglio federale ha deciso di istituire una delegazione del Consiglio federale «Digitalizzazione e TIC». Composta dal capo del DFF, che la presiede, e dai capi del DEFR e del DFI nonché dal cancelliere della Confederazione, si occupa a livello strategico della trasformazione digitale e della governance delle TIC in seno all’Amministrazione federale nonché dell’attuazione e dello sviluppo della strategia «Svizzera digitale». Ha inoltre il compito di preparare le decisioni del Consiglio federale in questi ambiti.

Gli incontri del Comitato consultivo «Svizzera digitale» servono a discutere temi riguardanti la digitalizzazione, favorendo gli scambi fra i membri del Consiglio federale e rappresentanti dell’economia, della scienza, della politica, delle autorità e della società civile. Organizzati dalla Cancelleria federale, gli incontri si svolgono più volte all’anno sotto la presidenza di un membro del Consiglio federale, con una composizione che varia secondo i temi affrontati.


Indirizzo cui rivolgere domande

Florian Imbach, sezione Comunicazione,
Tel. 058 465 47 40, florian.imbach@bk.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Cancelleria federale
http://www.bk.admin.ch/index.html?lang=it

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-87029.html