Cambiamenti climatici: il Consiglio federale esamina la gestione nazionale degli incendi boschivi

Berna, 26.01.2022 - Il Consiglio federale ha esaminato la prassi vigente nella lotta contro gli incendi boschivi. Nel suo rapporto, che ha adottato il 26 gennaio 2022, è giunto alla conclusione che le competenze fra Confederazione e Cantoni sono in linea di principio ben ripartite. Tenuto conto del cambiamento climatico e del crescente pericolo di incendi boschivi, il Consiglio federale propone tuttavia diverse misure migliorative. In particolare, intende rafforzare il coordinamento fra gli attori per quanto riguarda le misure di prevenzione.

La lotta agli incendi boschivi è di competenza dei Cantoni. L’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) è il servizio nazionale di allerta in caso di pericolo di incendi boschivi e presta loro consulenza. Tenuto conto del cambiamento climatico e dei lunghi periodi di siccità che ne conseguono, il pericolo di incendi boschivi è destinato ad aumentare.

Il postulato «Prevenzione e lotta contro gli incendi boschivi in linea con i tempi e all’insegna dell’efficienza» (19.3715) aveva chiesto un esame della gestione degli incendi boschivi in Svizzera. Nel suo rapporto il Governo afferma che i Cantoni sono in generale ben preparati per affrontare gli incendi boschivi. La Confederazione e molti Cantoni seguono in misura crescente l’approccio della gestione integrale dei rischi o lo stanno implementando. Questo approccio prevede di rilevare, analizzare e valutare sistematicamente il rischio di incendi boschivi.

Nessun acquisto di aerei antincendio

Dal rapporto si evince pure che in presenza di importanti incendi boschivi o di incendi che interessano al contempo più Cantoni risulta importante coordinare la lotta aerea antincendio. Il Consiglio federale ritiene che la Svizzera possa rinunciare all’acquisto di appositi aerei. Nel frattempo ha dato mandato di approfondire gli aspetti relativi alla lotta aerea antincendio in Svizzera e nell’UE. Inoltre vuole chiarire l’accesso della Svizzera a competenze, esperienze pratiche e risorse inerenti al meccanismo di protezione civile dell’UE cui attingere in caso di catastrofe naturale.

Il rapporto prevede di uniformare le allerte di Confederazione e Cantoni in caso di incendi boschivi, allo scopo di informare al meglio la popolazione nell’intento di prevenire tali incendi. Infine si prevede di migliorare la panoramica della situazione a livello nazionale, di elaborare un piano di prevenzione e di istituire un gruppo di esperti. Il rapporto elenca in tutto 15 misure, che saranno attuate dai servizi interessati di Confederazione e Cantoni sotto l’egida dell’UFAM.

Il rapporto è stato elaborato in collaborazione con un gruppo di accompagnamento, composto da rappresentanti dei servizi forestali e degli organi di condotta cantonali, dei pompieri, dell’Ufficio federale di protezione della popolazione (UFPP) e dell’esercito.


Indirizzo cui rivolgere domande

Michael Reinhard, capo della divisione Foreste, Ufficio federale dell’ambiente UFAM, tel. +41 58 463 20 65



Pubblicato da

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-86917.html