Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis a Vienna per la sua prima visita ufficiale all’estero

Berna, 13.01.2022 - Giovedì 13 gennaio 2022, il presidente della Confederazione Ignazio Cassis si è recato a Vienna per la sua prima visita ufficiale. È stato ricevuto dal presidente austriaco Alexander Van der Bellen e ha discusso anche con il cancelliere federale Karl Nehammer e il presidente del Consiglio nazionale Wolfgang Sobotka. Nei colloqui si è discusso delle relazioni bilaterali, in particolare del partenariato strategico deciso dai due Paesi lo scorso anno, e delle relazioni tra Svizzera e Unione europea. Altri importanti temi affrontati sono state le sfide su scala europea e internazionale. La tradizione che da decenni prevede che il primo viaggio di un presidente della Confederazione si svolga in Austria è significativa dei rapporti di amicizia che legano i due Paesi.

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis è stato ricevuto a Vienna dal suo omologo austriaco Alexander Van der Bellen. Ai colloqui hanno partecipato anche la segretaria di Stato Livia Leu e il segretario generale del Ministero degli esteri austriaco Peter Launsky-Tieffenthal, i quali si erano già incontrati lo scorso dicembre a Vienna per consultazioni politiche.

A Vienna il presidente della Confederazione Cassis ha inoltre discusso con il cancelliere federale Karl Nehammer e con la ministra per gli affari europei e costituzionali Karoline Edtstadler. Ignazio Cassis è stato accompagnato nel suo viaggio a Vienna dai consiglieri nazionali Claudia Friedl e Nicolò Paganini, entrambi membri della Delegazione parlamentare per le relazioni con il Parlamento austriaco. Alla loro presenza, il presidente Cassis ha anche avuto un colloquio con il presidente del Consiglio nazionale Wolfgang Sobotka.

Partenariato strategico con l’Austria

Negli incontri a Vienna si è discusso sullo stato e sull’approfondimento delle relazioni bilaterali, tra l’altro mediante l’attuazione del partenariato strategico tra Svizzera e Austria. I due Stati hanno firmato la scorsa estate una relativa dichiarazione d’intenti. L’obiettivo del partenariato strategico è di approfondire la cooperazione in determinati settori scelti. Ad esempio, sarà intensificato il dialogo politico sui Balcani occidentali e sull’attuazione dell’Agenda 2030, come sull’assistenza consolare reciproca in Stati terzi.

Preoccupazione per la crescente polarizzazione tra Oriente e Occidente

Oltre che del partenariato strategico, si è discusso dei prossimi passi della Svizzera nelle sue relazioni con l’Unione europea, della situazione attuale in Bielorussia e della gestione della pandemia. Il presidente della Confederazione Cassis ha rilevato quanto sia importante in questi tempi la solidarietà e la cooperazione tra vicini europei. Infine, sono state affrontate anche questioni internazionali, come la cooperazione in ambito multilaterale, le relazioni bilaterali con la Russia e la situazione attuale al confine con l’Ucraina. La Svizzera è preoccupata delle crescenti tensioni. Il presidente Cassis ha colto l’occasione per invitare l’Austria alla Conferenza sulla riforma ucraina prevista a Lugano il 4 e 5 luglio 2022.

Incontro con l’OSCE

A conclusione del suo viaggio nella capitale austriaca, Ignazio Cassis ha incontrato il ministro degli esteri polacco Zbigniew Rau, che ricopre ora la presidenza dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), e la segretaria generale dell’OSCE Helga Schmid e ha presentato il piano d’azione svizzero OSCE 2022-2025. Con tale piano d’azione la Svizzera s’impegna a rafforzare l’OSCE. L’obiettivo è di promuovere la fiducia tra i 57 Stati partecipanti e in tal modo rendere l’organizzazione una piattaforma di dialogo per la soluzione dei conflitti e per discussioni sulla sicurezza europea. Nell’attuale situazione di tensione tra la Russia e l’Occidente, l’OSCE può svolgere un importante ruolo.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-86782.html