Politica forestale svizzera: mantenere gli aspetti validi e integrarvi nuove misure

Berna, 20.12.2021 - Il bosco ha un ruolo centrale nella lotta al cambiamento climatico e nella salvaguardia della biodiversità. In quest’ottica, la politica forestale vigente della Confederazione è stata completata con nuove misure. L’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) ha pubblicato il 20 dicembre 2021 il relativo piano di misure per la politica forestale svizzera, che deve essere attuato entro il 2024 in stretto coordinamento tra la Confederazione, i Cantoni e altri attori.

La politica forestale svizzera ha lo scopo di soddisfare a lungo termine le diverse esigenze della società nei confronti del bosco, tra cui sfruttare in modo sostenibile il potenziale di legno disponibile, contribuire con il bosco e l'utilizzazione del legno a ridurre al minimo l'impatto del cambiamento climatico, garantire la funzione protettiva del bosco, preservare e migliorare la biodiversità nonché conservare intatta la superficie forestale. Questo orientamento si è dimostrato valido e deve quindi essere seguito anche in futuro. Tuttavia, fino al 2024 la Confederazione intende adottare e attuare misure supplementari per continuare a garantire le funzioni del bosco e le prestazioni richieste dalla società (p. es. produzione di legna, luogo di svago o filtro per l'acqua potabile) anche in un contesto mutevole come quello del cambiamento climatico. Il pacchetto di misure è illustrato nel rapporto «Politica forestale: obiettivi e misure 2021-2024. Per una gestione sostenibile del bosco svizzero».

Tra le misure vi sono un uso maggiore e sostenibile del legno svizzero (p. es. come materiale nell'industria chimica e nelle costruzioni o come fonte di energia), che contribuisce a una maggiore protezione del clima. Al centro dell'attenzione vi è anche la biodiversità, che occorre promuovere negli accordi programmatici con i Cantoni, prevedendo per esempio condizioni quadro più concrete per la silvicoltura seminaturale che la favoriscano.

La pubblicazione mostra inoltre l'importanza di una stretta cooperazione tra la Confederazione, i Cantoni e altri attori. Le misure e gli obiettivi della politica forestale possono infatti essere realizzati soltanto insieme. Il nuovo «Piano d'azione 2021 - 2024» è stato elaborato dall'UFAM in collaborazione con altri uffici federali, servizi forestali cantonali, associazioni e organizzazioni non governative come pure istituti di ricerca e di insegnamento.

 

 


Indirizzo cui rivolgere domande

Sezione Media
Telefono: +41 58 462 90 00
E-mail: mediendienst@bafu.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-86563.html