Campagna di controllo dei prezzi comparativi nei negozi online

Berna, 13.12.2021 - Il 13 dicembre 2021 la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) ha pubblicato i risultati della campagna di controllo nazionale di quest’anno svolta nel quadro dell’ordinanza sull’indicazione dei prezzi (OIP) e incentrata sui prezzi comparativi nell’ambito della vendita di merci online. I controlli hanno riguardato complementi d’arredo, articoli sportivi ed elettronica di consumo.

I Cantoni hanno effettuato controlli su 644 articoli. Il maggior numero di prezzi comparativi corretti è stato riscontrato nella categoria dei complementi d’arredo (mobili come divani, sedie, tavoli e oggetti decorativi come tappeti, vasi e lampade).

Autocomparazione e confronto con la concorrenza: buona attuazione dell’OIP
Per quanto riguarda l’autocomparazione e il confronto con la concorrenza è emerso che per il 60 per cento degli articoli sottoposti ai controlli i prezzi erano indicati correttamente ossia le condizioni per l’utilizzo dei prezzi comparativi erano rese verosimili da parte dei fornitori.
Nel caso dell’autocomparazione, un fornitore confronta il prezzo che pratica al momento con quello precedente (prezzo comparativo). Questa comparazione può durare per la metà del tempo in cui è stato praticato il prezzo comparativo (più elevato), ma per non più di due mesi.
Per il confronto con la concorrenza, il fornitore confronta il proprio prezzo con quello praticato dai concorrenti per una parte preponderante dello stesso prodotto nel settore di mercato rilevante. Nel caso dei negozi online, il settore di mercato rilevante è, in genere, tutta la Svizzera.

Attuazione insufficiente dell’OIP nel confronto con prezzi indicativi
In tutti e tre gli ambiti sottoposti ai controlli, nella maggior parte dei casi i confronti con prezzi indicativi o con raccomandazioni di prezzo non vincolanti non erano corretti. Per il 70 per cento circa degli articoli controllati – per i quali i fornitori avevano effettuato confronti con prezzi indicativi o con raccomandazioni di prezzo non vincolanti – i confronti non erano corretti o verosimili.
I confronti con questi prezzi sono ammessi soltanto se si tratta di prezzi di mercato reali. Non sono invece ammessi i confronti con prezzi indicativi o con raccomandazioni di prezzo non vincolanti se si tratta di prezzi gonfiati, che quindi non rappresentano prezzi di mercato reali.

Secondo la valutazione dei Cantoni, l’insufficiente attuazione dell’OIP è stata in molti casi causata dall’ignoranza. Le campagne di controllo sovracantonali mirano a sensibilizzare i fornitori sull’indicazione dei prezzi, intesa come strumento per garantire la concorrenza leale e tutelare gli interessi dei consumatori.

In 13 casi gli organi d’esecuzione cantonali hanno sporto denuncia alle competenti autorità cantonali di perseguimento penale. I punti vendita in questione non hanno infatti provveduto a indicare correttamente i prezzi comparativi anche dopo essere stati invitati a colmare, entro un determinato termine, le lacune constatate e aver ricevuto un opuscolo informativo in materia.

Alla campagna coordinata hanno preso parte 18 Cantoni (AG, BE, BL, BS, FR, GE, GR, JU, LU, NW, OW, SG, SH, SO, UR, VD, VS, ZH). Ogni Cantone ha potuto stabilire il numero di controlli da effettuare, purché la quota delle offerte controllate consentisse una valutazione generale su come viene attuata l’OIP nel rispettivo Cantone. I controlli sono stati effettuati dagli organi d’esecuzione cantonali da maggio a inizio ottobre 2021. La SECO ha funto da organo di coordinamento.

Campagna di controllo 2022 presso panetterie, pasticcerie e tea room
In qualità di organo preposto all’alta vigilanza sull’esecuzione cantonale dell’OIP, la SECO svolgerà anche nel 2022 una campagna di controllo insieme ai Cantoni. Il prossimo anno i controlli riguarderanno l’indicazione dei prezzi di panetterie, pasticcerie e tea room.

Risultati
I risultati della campagna di controllo 2021 sui prezzi comparativi nella vendita online di complementi d’arredo, articoli sportivi ed elettronica di consumo sono pubblicati sul sito della SECO nella rubrica Comunicati stampa https://www.seco.admin.ch/seco/it/home/Werbe_Geschaeftsmethoden/Preisbekanntgabe/generalites.html.
I risultati dettagliati della suddetta campagna possono essere richiesti agli organi d’esecuzione cantonali https://www.seco.admin.ch/seco/it/home/Werbe_Geschaeftsmethoden/Preisbekanntgabe/Vollzugs_auskunftstellen.html .


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-86329.html