Compensazione del rincaro per il personale federale

Berna, 10.11.2021 - Nella seduta del 10 novembre 2021, il Consiglio federale ha deciso, nell’ambito delle misure salariali per il 2022, di concedere al personale federale una compensazione del rincaro dello 0,5 per cento. La decisione dell’Esecutivo conferma l’esito delle trattative condotte dal consigliere federale Ueli Maurer il 2 novembre 2021 con i vertici delle associazioni del personale.

Il Consiglio federale concede ai collaboratori dell’Amministrazione federale una compensazione del rincaro dello 0,5 per cento. A seguito del rincaro negativo registrato nel 2020, il preventivo 2022 non include mezzi finanziari per misure salariali. Pertanto, l’Esecutivo dovrà chiedere questi mezzi al Parlamento nel quadro della prima aggiunta al preventivo 2022. Il Consiglio federale mette in atto l’esito delle trattative che il consigliere federale Ueli Maurer ha condotto il 2 novembre 2021 con i vertici delle associazioni del personale.

Gli effetti della pandemia da coronavirus sull’economia e sulle finanze federali si faranno sentire ancora a lungo. Il Consiglio federale ritiene comunque che concedere la compensazione del rincaro rappresenti un segnale importante per il partenariato sociale e un gesto di apprezzamento nei confronti dei collaboratori. Le associazioni del personale sono consapevoli delle grandi sfide da affrontare a causa della pandemia per la tenuta dei conti pubblici. Per questo motivo hanno chiesto soltanto la compensazione del rincaro.


Indirizzo cui rivolgere domande

Anand Jagtap, capo Stato maggiore e comunicazione
Ufficio federale del personale UFPER
Tel. +41 58 462 62 56, anand.jagtap@epa.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Ufficio federale del personale
http://www.ufper.admin.ch

Cancelleria federale
http://www.bk.admin.ch/index.html?lang=it

Segreteria generale del DDPS
https://www.vbs.admin.ch/

Segreteria generale DEFR
http://www.wbf.admin.ch

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-85808.html