Pianificazione delle compensazioni per la galleria di base del Ceneri: possibili risparmi fino a 55 milioni di franchi

Berna, 28.11.2006 - L'Ufficio federale dei trasporti ha terminato la pianificazione delle compensazioni per la galleria di base del Ceneri (GBC) avviata nel gennaio 2006. Secondo i risultati di un rapporto, sono possibili risparmi tra i 35 e i 55 milioni di franchi. La AlpTransit San Gottardo SA (ATG) è stata incaricata di mettere in atto tali compensazioni.

Il 7 dicembre 2005 il Consiglio di amministrazione dell'ATG ha approvato il progetto concernente la costruzione grezza della galleria di base del Ceneri. Poiché, dopo la decisione del Consiglio federale del 15 giugno 2005, i costi stimati erano aumentati di 174 milioni di franchi, il Consiglio di amministrazione, su intervento dell'UFT, ha sospeso il progetto di costruzione e ha avviato un'approfondita pianificazione delle compensazioni.

Nel frattempo anche l'UFT ha esaminato il progetto e, successivamente, anche la pianificazione delle compensazioni dell'ATG. Per quanto concerne gli aspetti della tecnica della sicurezza, della tecnica delle costruzioni e del comportamento del mercato, l'UFT si è avvalso della collaborazione degli organi competenti per la NFTA e di altri esperti. Hanno preso parte ai lavori anche le FFS, che gestiranno la linea di base del San Gottardo.

Nell'ambito della pianificazione delle compensazioni per il progetto “Costruzione grezza della galleria di base del Ceneri”, sono state esaminate 47 misure, tra cui figurano decisioni strategiche concernenti il tracciato, il sistema di gallerie (uno o due tubi) e gli standard di sicurezza, ma anche interventi che prevedono ridimensionamenti di alcuni aspetti della sicurezza, della funzionalità o della durata di utilizzazione.

In base all'ampio esame effettuato l'UFT è giunto alla conclusione che non è possibile compensare completamente i costi supplementari senza dover fare i conti con ridimensionamenti improponibili della sicurezza, della funzionalità o della durata di utilizzazione dell'opera di costruzione. Nel complesso le misure da attuare permetteranno di risparmiare tra i 35 e i 55 milioni di franchi. L'UFT ha incaricato l'ATG di mettere in atto le compensazioni decise e di proseguire con la progettazione e la realizzazione della galleria di base del Ceneri.

Dall'analisi di mercato svolta su incarico dell'UFT parallelamente al processo di compensazione è risultato che, a medio termine, per la costruzione della galleria si prevede una stabilizzazione dei costi, se non un leggero calo.

Principali risultati dell'esame:

  • Le decisioni del Consiglio federale in merito alla realizzazione della galleria di base del Ceneri rappresentano ancora gli elementi basilari del progetto. Tali decisioni concernono soprattutto il tracciato, il sistema di gallerie e la realizzazione dell'opera non suddivisa in tappe.

  • Gli standard di costruzione e la qualità del cemento nel cunicolo di prospezione e di accesso di Sigirino e nella galleria saranno oggetto di ridimensionamenti in caso di condizioni geologiche favorevoli.

  • Saranno valutate le possibilità di un ridimensionamento delle misure volte a ridurre i rischi (assicurazione del cantiere e garanzia di esecuzione).

  • Gli standard di sicurezza concordati saranno mantenuti, con la realizzazione di un sistema di aerazione in caso di evento e una distanza tra le gallerie traversobanco pari a 325 metri.

  • Le opere di raccordo previste per un futuro proseguimento della NFTA in direzione nord-sud saranno mantenute, con la realizzazione di un tracciato invariato a Vigana/Camorino e della diramazione di Saré.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti UFT, Public Affairs, 031 322 36 43



Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-8552.html